Eriksen torna al Tottenham?

L’Inter potrebbe davvero decidere di privarsi di Christian Eriksen dopo neanche un anno dal suo arrivo dal Tottenham? Le voci si stanno facendo sempre più insistenti e per il danese l’ipotesi di un rientro in Premier League, suo habitat naturale, non sembra più così impossibile. Secondo il sito inglese 'Football Insider', Eriksen potrebbe addirittura tornare esattamente nella sua ultima squadra, quel Tottenham allenato da José Mourinho che ora occupa i piani alti della classifica.

Calcio
Schalke nei guai, Kabak in svendita: il Milan ci prova
10/11/2020 A 07:01
  • La nostra opinione: non c’è solo il Tottenham sulle sue tracce. A credere ancora in lui sono infatti anche Manchester United, PSG, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, che stanno vagliando con interesse la proposta dell’Inter. I nerazzurri puntano a rientrare come minimo dei 27 milioni di euro spesi nel gennaio 2020, ma Conte dovrebbe almeno fare un altro tentativo per non disperdere un patrimonio tecnico e provare a rilanciare il danese.

Milan, Marcus Thuram nel mirino

Il quotidiano sportivo tedesco Bild parla di un forte interesse dei rossoneri per Marcus Thuram, figlio d’arte del difensore Lilian. La notizia viene ripresa dalla Gazzetta dello Sport. Un tentativo da parte della dirigenza rossonera è plausibile già nella prossima sessione di mercato a gennaio.

  • La nostra opinione: il giocatore francese, classe 1997, sta facendo parlare di sé per le ottime prestazioni offerte con il Borussia Mönchengladbach e la sua duttilità tattica, che gli permette di agire sia come punta centrale che come esterno, sembra una caratteristica idonea al gioco di Stefano Pioli che avrebbe chiesto al club di sondare il terreno. Il Diavolo è attivo anche su altri fronti: Kabak e Lovato.

Pioli: "Il Milan è una squadra vera ora"

"Dybala in panchina è una bestemmia, deve andare al Real"

Maurizio Zamparini parla a Tuttosport: "Ne sono ancora convinto. Paulo è un fuoriclasse ma anche un bravissimo ragazzo, non capisco perché molti addetti ai lavori tendano a dimenticarselo. Che non sia titolare in A è una bestemmia, Paulo avrebbe dovuto seguire il mio consiglio di tre anni fa, quello di andare via dalla Juve. Il suo calcio è fantasia, è più per Barcellona o Real Madrid, ma lui mi ha sempre detto di trovarsi bene alla Juve. E ora gli darei lo stesso consiglio. Paulo è un fuoriclasse e non un vice, alla Juve c'è già Cristiano Ronaldo e con CR7 alla Juve consiglio a Paulo di diventare il numero uno altrove. Non ci sentiamo da un po' ma sono affezionato a lui, e poi a me piacciono i giocatori di qualità come Paulo, Messi, Ronaldo, Ibrahimovic".

  • La nostra opinione: l'ex presidente del Palermo che ha portato in Italia la Joya, ora alla Juve, nel 2012 acquistandolo dall'Instituto de Cordoba disse che l'argentino sarebbe diventato il nuovo Messi. Dybala sta vivendo un periodo buio. Dopo il rientro dall'infortunio muscolare rimediato lo scorso agosto, il numero 10 argentino ha giocato un finale di partita sottotono contro la Lazio, finendo al centro delle critiche.

Pirlo: "Tirata d'orecchie a Dybala? Non solo a lui"

Serie A
Salvare il soldato Eriksen: Conte lo trasformi in Pirlo
10/11/2020 A 06:33
Serie A
Pirlo, è una Juve-lumaca: senza furore (e Dybala...)
09/11/2020 A 17:14