Sono state definite le proposte e le modalità operative per l'organizzazione in totale sicurezza delle gare di Euro 2020, in programma a Roma a partire dall'11 giugno. "Gli Europei nella Capitale saranno il segno dell'Italia che riapre e che lo fa in sicurezza. Lo Spallanzani sarà l'ospedale di riferimento - ha dichiarato il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, dopo l’incontro con il presidente FIGC Gabriele Gravina - Si rafforza il principio di arrivare in maniera contingentata allo stadio in condizioni di assoluta sicurezza. Sarà consentito l'accesso allo stadio a chi avrà il certificato vaccinale o a chi sarà negativo al tampone nelle 24/48 ore".
"Bisogna riaprire, far respirare la nostra società - ha proseguito Vaia - riaprendo tutto in condizioni di sicurezza. E per questo, per gli Europei come nella quotidianità, ci vuole la collaborazione dei cittadini che dovranno presentarsi allo stadio disciplinati, vaccinati, tamponati: sarà un elemento di civiltà. Tutta l'Europa ci guarderà, dobbiamo dare la dimostrazione di efficienza del sistema, ma anche di grande responsabilità dei cittadini".
Calcio
La "ricompensa" dell'UEFA: più partite a Wembley per Euro 2020
22/04/2021 A 13:39

Gravina: “Chi non rispetta le regole stia fuori dal calcio”

Euro 2020
Le nazionali più costose di Euro 2020: Inghilterra 1ª, Italia 7ª
17/11/2020 A 12:20
Calciomercato 2020-2021
Roma, che beffa: Xhaka sta per rinnovare con l'Arsenal
6 ORE FA