Con l’Inter che già domenica potrebbe laurearsi campione (da casa, addirittura), la volata-Champions rimane l’unico vessillo dietro il quale avanzare gonfiando i bicipiti. Cinque squadre per tre posti a cinque turni dal termine. La classifica recita: Atalanta 68, Napoli, Juventus e Milan 66, Lazio 61 (con una partita in meno). I miei pronostici: Atalanta e Napoli sicuri, "spareggione" fra Juventus (33%), Milan (33%) e Lazio (34%).

Atalanta

Nei finali di stagione la Dea diventa un carro armato. Sprizza salute da ogni cingolo, può permettersi Josip Ilicic in panchina, vanta il miglior attacco. Gian Piero Gasperini ha trasformato Luis Muriel in arma letale e coperto, con Ruslan Malinovskyi, il vuoto del Papu. Dall’esame di Reggio, con il Sassuolo, avremo una risposta, se non addirittura una conferma. L’ennesima. Terza Champions in arrivo. Terza di fila.
Serie A
Mourinho contro Fortnite: "Un incubo, è una m...a"
7 ORE FA

Gasperini: "Potevamo fare di più. Ora testa al campionato"

NAPOLI

Non ha più confronti diretti, viaggia sull’onda, 4-2-3-1 e pilota automatico. Leggo che Rino Gattuso verrà rimosso comunque, mi sembra una pazzia. Nove sconfitte non sono poche, ma vogliamo parlare degli infortuni? Adesso che Victor Osimhen dà profondità, il gioco scorre a fiumi, non più a rivoli. E se l’Inter ha raccolto 24 successi, il Napoli la tallona a 21. Problemi: le amnesie difensive.

Gattuso seduto in panchina prima di Torino-Napoli - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

JUVENTUS

Tra Agnelleide, Superlega, esame di Luis Suarez, paturnie di Cristiano e discontinuità tecnica non è proprio un gran momento. Non lo è mai stato. Dopo nove scudetti, «inventarsi» il quarto posto come Piave rappresenta un esercizio titanico. Andrea Pirlo si è bocciato. Ha vinto la Supercoppa e contenderà la Coppa Italia all’Atalanta, ma tutto dipende dall’esito di questo sprint. Al varco lo aspettano Milan e Inter: una «bella» all’ultimo palpito e un trasloco gerarchico che potrebbe riservare, vista la rivalità, galatei non proprio montessoriani. Fin da Udine urge una prova di forza. Con Alvaro Morata titolare, immagino. E Federico Chiesa? Nostalgia dei suoi scatti. Può farcela, Madama, ma non fa più paura. Occhio.

Pirlo: "Primo tempo brutto, l'avevamo preparata in altro modo"

MILAN

Da un’andata a tutto gas a un ritorno a passo d’uomo. Nel 2021 ha perso 14 punti sull’Inter, 13 sull’Atalanta, 9 sul Napoli, 7 sulla Juventus. Ricordate gli speciali dedicati a Stefano Pioli? Scomparsi dai palinsesti. Siamo in Italia e qualcuno, sotto sotto, già insinua, già scava: hai visto mai che, in caso di «zero Champions», la proprietà non cambi idea e lo trombi? Juventus a Torino e la Dea all’ultima curva sono pericoli di valanghe. Zlatan Ibrahimovic, Hakan Calhanoglu, Ismael Bennacer: sono mancati tanto, troppo. E’ un Milan che non morde più: al massimo, graffia. Per fortuna, domani arriva il Benevento. Una sola vittoria nel girone di ritorno: con la Juventus.

Stefano Pioli, Milan, Getty Images

Credit Foto Getty Images

LAZIO

Spopola la coppia Ciro Immobile-Joaquin Correa. Sulla carta, la squadra di Simone Inzaghi può vincerle tutte: derby compreso. Ha poi sempre la scialuppa del recupero con il Toro, fissato scandalosamente per il 18 maggio, a cinque giorni dall’epilogo, quando il risultato verrà scartato in base alle esigenze reciproche. Da metà campo in su, pochi la valgono. Pareggia di rado: o la va o la spacca. E poiché insegue, meglio così.
===
Per commentare o fare domande potete inviare una mail a roberto.beccantini@fastwebnet.it o visitare il blog di Roberto Beccantini http://www.beckisback.it.
===
Serie A
Milan, Scaroni lancia l'allarme: "Stadi? Ora basta, vanno riaperti"
IERI A 07:58
Serie A
Juve, affaticamento per Dybala: settimana di lavoro differenziato
21/07/2021 A 19:20