È un Tour che ci ha raccontato tante storie, compresa quella di Mark Cavendish. Il corridore britannico si stava per ritirare dal ciclismo nel novembre scorso perché non vinceva più, poi il suo ingaggio alla Deceuninck Quick Step per fare le corse minori (e aiutare Fabio Jakobsen). Quasi per caso si è ritrovato al Tour de France e ha cominciato a vincere, là dove non alzava le braccia al cielo da 5 anni. Passi una vittoria, ma chi si sarebbe mai aspettato che potesse cogliere 4 successi ed eguagliare il mito di Merckx come il più vincente del Tour? Nessuno. Alla vigilia lo avevamo comunque citato, sarebbe stato bello, ma nessuno poteva immaginarsi questo successo, questo traguardo. Invece, è stato proprio Cav il miglior velocista di questo Tour, tanto da essere in verde, leader della classifica a punti. Onore al merito alla Deceunick Quick Step che ci ha creduto, onore al merito ai suoi grandi compagni di squadra. Declercq è stato vittima di una caduta, ma tutti hanno dato il loro contributo. Da Alaphilippe a Devenyns, passando per Asgreen, nel tenere controllata la corsa dai tentativi di fuga. Da Cattaneo a Ballerini ad impostare la volata, con Morkov a fare l'ultimo passo. Cavendish è nella storia e ora guarda tutti dall'alto. Altra maxi caduta, tre corridori si sono ritirati, e occhio ai ventagli. Pogacar ha salvato la pelle, nonostante fosse rimasto senza compagni di squadra nel finale.

Cavendish scrive la storia: rivivi la sua 34a vittoria al Tour

La top 10 dei corridori con più tappe vinte al Tour

Tour de France
Tour de France: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
27/06/2021 A 00:54
Corridore/Tour fattiVittorie
1. Eddy Mercxk (7)34
2. Mark Cavendish (13)34
3. Bernard Hinault (8)28
4. André Leducq (9)25
5. André Darrigade (14)22
6. Nicolas Frantz (6)20
7. Françoit Faber (9)19
8. Jean Alavoine (11)18
9. Jacques Anquetil (8)16
9. René Le Grevès (6)16
9. Charles Pélissier (6)16

Cavendish: "Il record di vittorie? Mi emoziono sempre come se fosse la prima"

Classifiche e risultati

| Classifica generale | Ritiri e squalificati | L'Albo d'oro del Tour |
POGACAR VERRÀ ATTACCATO SUI PIRENEI?

3 in fuga, Alaphilippe controlla il gruppo

Si parte con la fuga di tre uomini: all'attacco Goldstein (Israel), Sean Bennett (Qhubeka NextHash) e, a sorpresa, Pierre Latour (Total Energies). Dietro c'è la solita Deceuninck Quick Step a fare l'andatura per cercare il poker di vittorie con Mark Cavendish. Corsa tranquilla fino al traguardo volante di Fontès: Goldstein si piazza 1°, dietro è volata per il 4° posto, vinta dal solito Colbrelli che anticipa Matthews per avvicinarsi a Cavendish in vetta alla classifica a punti. A 65 km dall'arrivo, però, né i fuggitivi né il gruppo vogliono concludere questa tappa con la classica volata. Latour e Goldstein staccano Sean Bennett, mentre in gruppo Gilbert e Aranburu provano ad evadere. La Deceuninck Quick Step spegne però i bollenti spiriti, con Alaphilippe e Asgreen a chiudere su questa azione.

Agli sprint intermedi vince sempre e solo Colbrelli: ko Matthews

Maxi caduta: Simon Yates a casa

A 61,7 km dall'arrivo, in discesa, c'è una maxi caduta, con alcuni corridori che finiscono nel fossato. Ci sono Kragh Andersen, Geraint Thomas, Majka, Simon Yates, Küng tra gli altri, giù anche i velocisti Bouhanni e Cees Bol. Per fortuna ripartono quasi tutti, tranne Roger Kluge (Lotto Soudal), l'ultimo della classifica generale, e il duo della BikeExchange Simon Yates-Lucas Hamilton che dicono addio. Intanto la fuga viene neutralizzata 53 km dal traguardo. Il gruppo inizialmente aspetta i corridori rimasti indietro, ma dopo una decina di km torna ad esserci invece corsa vera con l'attacco di Quentin Pacher. In gruppo sono costretti a rallentare ancora, a causa dei problemi meccanici avuti da Cavendish prima e Philipsen poi. Pacher viene ripreso ai -19, e proprio in quel momento cominciano i ventagli.

Brutta maxi caduta: corridori nella scarpata, si ritira Yates

Ventagli e poi Cavendish

Prima Daniel Oss per Kelderman, poi Kwiatkowski per Carapaz e van Aert per Vingegaard. C'è del vento laterale e i capitani vogliono quanto meno provarci, anche perché Pogacar è da solo. Ci sarebbero Bjerg, McNulty e Hirschi, ma non sono dove dovrebbero essere e lo sloveno deve fare tutto da solo. Fortuna per lui che il vento non è così forte da fare i danni, bravo anche Pogacar a rimanere nelle prime posizioni. Ai -5 km cominciano le operazioni di preparazione della volata: tutti ci vogliono provare, ci sono anche i treni della Israel (per Greipel), della Education Nippo (per Cort Nielsen), quello della Qhubeka NextHash (per Walscheid). Bouhanni tenta il dispetto a Cavendish e si mette alla ruota di Morkov, c'è il buco ma davanti c'è Ballerini cosa che può permettere a Morkov di ritrovare Cavendish. Strategia perfetta, perché il danese prende Cavendish e volano verso il traguardo. Cavendish 1°, Morkov addirittura 2° e la storia è riscritta. Per Cannoball è la vittoria n° 34 al Tour in carriera, come Eddy Merckx.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Mark Cavendish5h04'29''
2. Michael Morkovst
3. Jasper Philipsenst
4. Iván García Cortinast
5. Danny van Poppel st
6. Alex Aranburust
7. Christophe Laportest
8. André Greipelst
9. Magnus Cort Nielsenst
10. Jasper Stuyvenst

Cavendish come Merckx: rivivi tutte le sue vittorie dal 2008

Tour de France
L'Albo d'oro del Tour de France: tutti i vincitori dal 1903 al 2021
14/06/2021 A 13:11
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53