Seconda vittoria in carriera per Jonas Vingegaard che lancia un segnale alla Jumbo Visma e a Primoz Roglic, del tipo ci sono anch'io per le grandi salite. Il 24enne danese ha scelto il timing giusto per partire sul Jebel Jais, la salita di 21,5 km (5,4% di media) che caratterizzava questa 5a tappa dell'UAE Tour e chiudeva - difatti - la classifica generale, considerando le prossime frazioni per velocisti. In attesa del duello tra Pogacar e Adam Yates (già visto sul Jebel Hafeet), infatti, si fanno vedere Nibali, Higuita e João Almeida, ma è Vingegaard ad avere il guizzo vincente e ad andarsene da solo verso la vittoria, rimontando anche Lutsenko che era il 'coraggioso' di giornata. Poi via via tutti i big, con Pogacar che ha dimostrato di essere ancora una volta imbattibile nonostante il grande lavoro della Ineos Grenadiers per lanciare Yates sull'ultima salita. Peccato per Nibali (che sognava di vincere per ricordare il giovane Giuseppe Milone recentemente scomparso), ma quell'attacco è stato comunque un gesto di fantasia per testarsi e per far vedere di poter essere ancora pericoloso in salita.

Vingegaard s'impone in salita, Pogacar secondo

L'ordine d'arrivo

UAE Tour
UAE Tour 2021: calendario e percorso di tutte le tappe
19/02/2021 A 14:15
CorridoreTempo
1. Jonas Vingegaard4h19'08''
2. Tadej Pogacar+3''
3. Adam Yates+3''
4. Sergio Higuita+5''
5. João Almeida+6''
6. Nick Schultz+6''
7. Sepp Kuss+8''
8. Wout Poels+8''
9. Ben Hermans+8''
10. Geoffrey Bouchard+8''

Vingegaard: "È la prima vittoria per me e il team. Roglic? Lo aiuterò, è il capitano"

Cronaca

Si parte con una fuga composta da 9 uomini: all'attacco il nostro Colleoni (BikeExchange) oltre a Warbasse (AG2R Citroën), Dowsett e Goldstein (Israel), Lutsenko (Astana), De Gendt e Kluge (Lotto Soudal) e Hansen (Qhubeka Assos). Il gruppo si tiene ad una distanza non superiore ai 3 minuti, fino alla salita finale di 21,5 km. Nelle prime rampe del Jebel Jais, ecco che parte in solitaria Lutsenko che prova a piazzare il numero di giornata.
Nel gruppo arriva la Ineos Grenadiers a lavorare, chiaro intento di un possibile attacco di Adam Yates. Froome si stacca a 3,7 km dall'arrivo, mentre ai -3,2 km ecco un attacco di Vincenzo Nibali che questa volta prova ad anticipare le fiammate dei big.

Vincenzo Nibali parte secco, "e non è uno scherzo"!

Il siciliano riesce a staccare il gruppo, ma non riesce però a raggiungere Lutsenko e verrà in seguito ripreso. Adam Yates, invece, nonostante il grande lavoro dei suoi, non parte con Pogacar che resta in difesa. L'azione decisiva la fa Vingegaard che ne va in solitaria, raggiunge Lutsenko ai 250 metri e taglia per primo il traguardo, ritrovando una vittoria che mancava da due anni. Pogacar fa anche in tempo ad anticipare Yates, prendendosi il 2° posto di giornata.

La classifica generale

CorridoreTempo
1. Tadej Pogacar17h09'26''
2. Adam Yates+45''
3. João Almeida+1'12''
4. Chris Harper+1'54''
5. Neilson Powless+1'56''
6. Mattias Skjelmose Jensen+2'46''
7. Damiano Caruso+2'49''
8. Mattia Cattaneo+4'03''
9. Rubén Fernández+4'23''
10. Fausto Masnada+6'40''

Rivivi la 5a tappa dell'UAE Tour On Demand (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclismo

UAE Tour | 5a tappa

00:00:00

Replica
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42
Giro d'Italia
Giro d'Italia 2021: percorso e calendario di tutte le tappe
06/02/2021 A 02:11