Doveva essere il giorno della verità sul caso Red Bull. Oggi, infatti, la Cost Cap Administration, organismo della Fia, avrebbe dovuto comunicare le conclusioni sull’indagine riguardante le spese della scuderia di Milton Keynes nella stagione 2021. Ed invece la decisione è stata rinviata al 10 ottobre perché il processo richiede più tempo. E’ necessario quindi aspettare altri giorni per scoprire se ci sia stata realmente una violazione del Budget Cap da parte del team che ha vinto il mondiale piloti con Max Verstappen e che si trova, con lo stesso, in testa alla classifica del 2022. Ricordiamo che il limite nell’annata passata era di 145 milioni di dollari e che la sanzione sarà pesata, in primis, sulla base di quanti milioni in più siano stati spesi. Detto ciò, dopo il verdetto del 10 ottobre interverrebbe, in caso di anomalia rilevata, il Cost Cap Adjudication Panel quindi la procedura si allungherebbe ulteriormente.

IL COMUNICATO DELLA FIA

GP Singapore
Horner: "Budget Cap? Red Bull in regola, aspettiamo la decisione della Fia"
30/09/2022 ALLE 11:52
La Fia ha reso nota la sua decisione con il seguente comunicato: "La Federazione informa che la conclusione dell'analisi delle richieste finanziarie 2021 dei team di Formula 1 e il successivo rilascio dei certificati di conformità al regolamento finanziario non avranno luogo mercoledì 5 ottobre. L'analisi delle richieste finanziarie è un processo lungo e complesso che è in corso e si concluderà per consentire il rilascio dei Certificati lunedì 10 ottobre. Il regolamento finanziario è stato approvato all'unanimità da tutti i concorrenti, che hanno lavorato in modo positivo e collaborativo con l'amministrazione del tetto massimo di spesa della FIA durante questo primo anno ai sensi del regolamento finanziario. Come precedentemente comunicato, ci sono state speculazioni e congetture significative e infondate in relazione a questa materia e la FIA ribadisce che fino a quando non sarà finalizzata non verranno fornite ulteriori informazioni. La FIA ribadisce inoltre che è altresì infondata qualsiasi voce relativa al personale della Federazione che avrebbe divulgato informazioni sensibili"

Leclerc: "Red Bull monoposto nettamente più veloce al momento"

Formula 1
Red Bull, salta l'accordo con Porsche. Horner: "DNA troppo diversi"
09/09/2022 ALLE 11:05
Formula 1
🏎 Ferrari, in F1 la stabilità paga: Binotto va aiutato, non rimosso
21/11/2022 ALLE 08:49