Nessun momento di tregua. Terza gara in tre settimane di fila per la MotoGP che nel weekend scenderà in pista a Buriram per il Gran Premio della Thailandia. Altra corsa assolutamente decisiva per il mondiale, con Fabio Quartararo che a Motegi ha guadagnato 8 punti importantissimi su Pecco Bagnaia e Aleix Espargaro. Il francese quindi è sempre in testa alla generale con 18 lunghezze di vantaggio sull'italiano e 25 sullo spagnolo. Come in Giappone, anche sul tracciato thailandese non si corre dal 2019, per cui per tanti, ad esempio Enea Bastianini, sarà una prima volta nella classe regina. Orari abbastanza decenti (qui li potrete trovare), è tempo di andare a sviscerare i cinque temi caldi prima del fine settimana.

1) Subito la possibilità di rivincita per Pecco

Francesco Bagnaia sconsolato dopo una caduta che potrebbe costargli carissimo, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Gran Premio della Thailandia
Bagnaia: "Io e Quartararo siamo come Sinner e Alcaraz"
29/09/2022 ALLE 10:44
La scivolata giapponese è stato un duro boccone da digerire. Una caduta all'ultima curva devastante, più per il morale che per la classifica. Ma fortunatamente arriva subito l'occasione di riscatto per Pecco Bagnaia, che in Thailandia proverà a tornare dove meglio gli compete, e cioè davanti a tutti. Il torinese ha tutte le carte in regola per dettare legge a Buriram, tracciato dove ci ha anche vinto in Moto2. Poche storie: l'obiettivo deve essere la vittoria, sperando che tra lui e Quartararo ci si metta anche qualche altra Ducati a rubare punti. Scenario non poi tanto impossibile. Ci riuscirà?

2) Quartararo pronto all'attacco?

Fabio Quartararo

Credit Foto Getty Images

Insieme a Phillip Island è la pista più favorevole per la Yamaha delle quattro che mancano. In Thailandia Fabietto si rivelò al mondo intero nel 2019 con una lotta contro Marquez finita a favore del Cabroncito ma solo all'ultimo giro. Da quella corsa è cambiato tutto: c'è stata una pandemia di mezzo, Marquez si è rotto a più riprese, mentre El Diablo è passato in Yamaha Factory e ha pure vinto un titolo mondiale. Quartararo però spera che una cosa non sia cambiata dal 2019: la competitività della sua M1 su questo tracciato. Il francese arriva al GP di Thailandia con il morale più elevato rispetto al recente passato, forte della leadership del mondiale con 18 punti di vantaggio sul primo rivale. L'obiettivo è semplice: cercare di partire il più avanti possibile in qualifica, dato che ormai si è capito che su quella moto si fa troppa fatica a superare, e avere un buon passo in gara. Così potrà puntare in alto.

3) Aleix ultima chiamata per il titolo, Marquez a caccia del podio

Aleix Espargaro (Aprilia) - GP of Aragon 2022

Credit Foto Getty Images

Oltre a Bagnaia e Quartararo, mettendo ormai Bastianini fuori dalla lotta, a caccia del rimane anche mister costanza Aleix Espargaro. Lo spagnolo in Giappone è incappato nel primo zero della sua stagione, arrivato forse nel momento meno opportuno. Un errore assurdo, causato dal muretto box prima del via quando non gli hanno tolto la mappa Eco dalla centralina. Per Aleix quindi la gara thailandese è essenzialmente l'ultima spiaggia per tornare in lotta per il titolo. Deve essenzialmente vincere, o comunque arrivare davanti a Quartararo per poter continuare ad alimentare i suoi sogni di gloria. Ce la farà?

Marc Marquez

Credit Foto Getty Images

Chi non ha sogni mondiali è Marc Marquez, che però ha ben chiaro l'obiettivo: quello di tornare sul podio. A Motegi l'alieno di Cervera ha già messo in mostra ottime cose ed è pronto a confermarsi anche in Thailandia, su una pista comunque dura per il fisico. Se il meteo però riuscisse ad aiutarlo con qualche altra sessione di pioggia come in Giappone, lo vedremo spesso davanti. Lo scopo è quello naturalmente di non cadere e di continuare a mettersi alla prova. Se la spalla dovesse tenere senza patemi, ci sarà da divertirsi.

4) Meteo protagonista a Buriram?

Oltre alla grande attenzione per la lotta al mondiale, c'è la grande incognita meteo. Al momento le previsioni sono abbastanza negative per il venerdì, dove è prevista pioggia tutto il giorno. Sabato potrebbe essere meglio, anche se ci sono possibilità di una qualifica bagnata. Domenica invece per la gara dovrebbe esserci l'asciutto. Ciò naturalmente potrebbe portare a una situazione simile a quella di Motegi, con tutti i rider con la moto non a posto per il poco tempo in pista e quindi avere risultati abbastanza atipici. Jack Miller sta già facendo la danza della pioggia a riguardo...

5) Bentornato Petrux!

Danilo Petrucci

Credit Foto Getty Images

Per ultimo facciamo un grandissimo in bocca al lupo a Danilo Petrucci che torna in pista con la Suzuki a Buriram. Il rider italiano sostituisce Joan Mir ancora convalescente e rientra quindi in MotoGP dall'ultimo atto dello scorso anno. Sarà difficilissimo per lui, dato che non ha mai provato la moto e non corre in questa categoria da novembre dello scorso anno, però solo rivederlo ci fa un piacere incredibile. Quindi Forza Petrux!
MotoGP
Bagnaia: "Determinato a fare bene e non commettere più errori"
28/09/2022 ALLE 18:28
MotoGP
Bagnaia, 5° zero nel 2022: così vincere il Mondiale è davvero dura
26/09/2022 ALLE 13:58