Era obbligato a vincere però Fabio Quartararo alla fine a Valencia non è nemmeno riuscito a salire sul podio, dovendosi accontentare di un quarto posto che lo costringono a cedere lo scettro al binomio Bagnaia-Ducati. Il francese ha dato tutto, battagliando nelle prime fasi di gara anche ardentemente con Pecco in un corpo a corpo in cui il #63 ha perso un’aletta della sua Desmosedici e che gli ha complicato la gara ma non gli ha impedito di completare l’opera e vincere il secondo titolo iridato, il primo in MotoGP.
Quartararo nell’ora della resa si mostra un grande signore e rende omaggio al rivale piemontese
"Pecco ha fatto un anno pazzesco, complimenti e l'anno prossimo ci divertiremo. La battaglia con Pecco è stata inaspettata, a ogni curva che potevo sorpassarlo l'ho fatto perché dovevo arrivare più avanti. Oggi è stata difficile, ho dato il 110% e faccio davvero i complimenti a Pecco per la stagione. Quest'anno ho visto e sentito tanti dire che noi piloti siamo tanto gentili fuori pista, ma oggi abbiamo dimostrato che in gara facciamo guerra, ma fuori tutti siamo campioni”.
Gran Premio di Valencia
Rossi incorona Bagnaia: "Era ora per l'Italia, Pecco è stato speciale"
06/11/2022 ALLE 17:24

Fabio Quartararo, i numeri di un mondiale storico

Gran Premio di Valencia
Bagnaia: "La gara più dura della mia vita. Emozione unica"
06/11/2022 ALLE 16:19
Gran Premio di Valencia
Dall'Igna: "Questo titolo coronamento di un viaggio stupendo"
06/11/2022 ALLE 18:59