Giornata conclusiva di gare dei XIX Mondiali di nuoto artistico alla Szechy sull’Isola Margherita di Budapest (Ungheria). Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero avevano voglia di concedere il bis dopo l’oro nel duo misto tecnico. Il loro esercizio della routine “free” del doppio mixed è stato accompagnato da Beggin dei Maneskin che ha riproposto il singolo dei Four Seasons del 1967, al quale il gruppo musicale romano composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) ed Ethan Torchio (batteria) ha dato una vesta nuova. Una scelta per mostrare anche il volto attuale dell’Italia che Giorgio e Lucrezia hanno rappresentato splendidamente.
“Un oro al quadrato” per la coppia azzurra che ha migliorato il punteggio delle eliminatorie, ottimizzando soprattutto il sincronismo. Straordinari i due ragazzi nella loro intensità: dai 90.5000 punti dei preliminari si è passati ai 90.9667, mettendo in mostra score rilevanti nei tre pannelli (27.2000 nell’esecuzione, 36.6667 nell’impressione artistica e 27.1000 nelle difficoltà). Una grande gioia per il gruppo guidato da Patrizia Giallombardo, per la storica doppietta, a precedere i fratelli giapponesi Tomoka e Yotaro Sato (89.7333) e i cinesi Shi Haoyu e Zhang Yijao (88.4000), anche loro in crescita rispetto alle eliminatorie, ma non in grado di spingersi alle prestazioni del duo nostrano.
Mondiali
Thorpe loda Paltrinieri: "Felice per lui, grande atleta e bravo ragazzo"
07/07/2022 A 16:14

SPORT EXPLAINER: Nuoto sincronizzato

Mondiali
Denuncia shock di Harvey: "Sono stata drogata al party dei Mondiali"
07/07/2022 A 14:03
Mondiali
Fantastico Dario Verani: oro da urlo nella 25 km
30/06/2022 A 10:14