Qualcosa si era già intuito nei giorni scorsi, con voci che si rincorrevano e la volontà di concentrarsi soprattutto per le Olimpiadi. Ora ci sono invece anche le parole del diretto interessato. Roger Federer ha parlato durante gli Swiss Sports Awards 2020 e ha chiarito piuttosto nettamente la sua posizione in merito alla partecipazione al prossimo Australian Open:

"Mi piacerebbe andare in Australia, ma per il mio ginocchio sarebbe una situazione molto dura. Non voglio fare passi affrettati finché non mi sentirò pronto. Queste prossime 3 settimane potranno sicuramente aiutare, ma la mia prioritàè l’estate: Wimbledon, le Olimpiadi e gli US Open”.

Australian Open
L’elenco ufficiale completo delle wild card agli Australian Open
30/12/2020 A 15:32

Dunque scendono le probabilità di rivedere Federer a Melborune, nonostante per altro lo spostamento – non ancora confermato ma ormai quasi certo – della data di inizio dell’Australian Open di addirittura ben 3 settimane rispetto al calendario ufficiale.

Federer ha inoltre aggiunto che se dovesse andare in Australia, sarebbe comunque senza la sua famiglia, evitando così ai propri cari i 14 giorni di quarantena obbligatoria che è in programma per chiunque arriverà in Australia dall’estero.

Scendono così le chance di rivedere lo svizzero in campo, anche se per un ufficialità definitiva bisognerà evidentemente attendere le prossime 3 settimane. Reduce da due operazioni chirurgiche al ginocchio, Federer di fatto non gioca un match ufficiale proprio dalla semifinale del 30 gennaio di quest’anno all’Australian Open, persa da Djokovic in 3 set.

Australian Open: Djokovic-Federer 7-6 6-4 6-3, gli highlights

Australian Open
Sonego testa di serie a Melbourne con l'assenza di Federer
28/12/2020 A 08:34
Australian Open
L'agente di Federer conferma: "Non giocherà gli Australian Open"
27/12/2020 A 23:00