Si inizia a definire il quadro dei qualificati ai quarti di finale del torneo ATP 250 di Delray Beach (Stati Uniti). Sul cemento della Florida sono andati in scena i primi quattro ottavi di finale del tabellone e l’Italia ha trovato un degno rappresentante. Si tratta di Gianluca Mager. Il ligure infatti, mettendo in mostra un tennis solido e concreto, ha avuto la meglio nei confronti dell’americano Sam Querrey (n.56 del mondo) con il punteggio di 7-6 (8) 6-1 in 1 ora e 24 minuti di gioco. Mager è stato abile a tenere botta quando il servizio dello statunitense ha funzionato (10 ace in totale), per poi punirlo quando il suo rendimento è sceso con questo fondamentale. Superiore nei colpi al rimbalzo da fondo, l’azzurro è venuto fuori alla distanza e si è conquistato l’accesso ai quarti. Dal punto di vista statistico, si tratta del secondo quarto ATP in carriera per lui, dopo l’exploit dell’anno scorso a Rio de Janeiro (Brasile), dove seppe spingersi fino alla finale persa contro il cileno Christian Garin. Con questo risultato, il nostro portacolori è virtualmente nella top-100 (n.95).

Tenuto conto degli incroci, ci sarebbe potuta essere una sorta di rivincita di quella partita perché il nome del prossimo avversario sarebbe uscito dal match tra il citato Christian Garin (n.22 del mondo) e l’americano (n.789 ATP) Christian Harrison. Ebbene, a sorpresa, il sudamericano è stato sconfitto dal suo meno quotato rivale per 7-6 (3) 6-2, non trovando quella confidenza sul cemento che invece la terra rossa gli sa dare. E dunque il padrone di casa sarà il prossimo avversario di Mager, fratello del suo rivale di primo turno Ryan e al primo quarto di finale in un torneo ATP dopo una carriera molto condizionata dagli infortuni. I due non si sono mai incontrati in carriera.

ATP, Delray Beach, FL
Mager torna alla vittoria dopo 11 mesi: sconfitto Harrison
07/01/2021 A 21:49

A tenere a banco è la programmazione dell’azzurro in vista degli Australian Open 2021: “Ho confermato proprio oggi l’itinerario che mi hanno proposto. Parto il 14 gennaio da Miami, scalo a Los Angeles e arrivo nella serata del 15 gennaio a Melbourne. Il mio compagno di allenamenti per la prima settimana sarà Andrea Vavassori, mentre per la seconda settimana mi sono affidato all’organizzazione, che ci abbinerà a un’altra coppia”, le dichiarazioni di Mager (fonte: ubitennis).

Tra gli aspetti interessanti che sono però emersi in Australia vi è quello che Novak Djokovic, Rafa Nadal e Dominic Thiem non trascorreranno la quarantena a Melbourne, ma resteranno ad Adelaide dove il 29 e 30 gennaio, al termine dell’isolamento, potrebbero anche giocare un’esibizione. Il Governo dello stato di Victoria, quello di Melbourne, ha limitato il numero massimo di persone in quarantena sul territorio. E tra giocatori, accompagnatori e team, quel numero sarebbe stato superato. Pertanto, il presidente di Tennis Australia Craig Tiley ha spiegato che le regole in vigore ad Adelaide saranno identiche a quelle di Melbourne, dunque i giocatori potranno uscire dalla stanza dell’hotel per un periodo massimo di cinque ore in cui allenarsi in campo o in palestra e mangiare, come riportato da gazzetta.it.

Non sono del tutto sorpreso, a dire la verità perché è chiaro che se in teoria dovremmo essere messi tutti nelle stesse condizioni, ci sono giocatori che attirano più pubblico di altri, e questi vengono trattati meglio. Capita un po’ dovunque, è capitato anche allo US Open, dove le teste di serie avevano la loro suite sul centrale. Più che altro non capisco perché solamente tre persone, perché solamente i primi tre. Voglio dire, il numero 4 del mondo, il quarto giocatore più forte di tutti, a lui niente? Che deve fare per essere trattato meglio?”, ha aggiunto Mager (fonte: ubitennis), precisando che Novak Djokovic ha scritto un lungo messaggio sulla chat dei giocatori lamentandosi di questa disparità di trattamento.

Nella notte italiana da registrare le vittorie dell’americano John Isner (n.25 del mondo) contro il brasiliano Thiago Monteiro (n.84 ATP) per 6-4 7-6 (4) e del talentuoso Sebastian Korda (figlio di Petr Korda), n.119 ATP, che si è imposto nel derby statunitense contro Tommy Paul (n.52 del ranking) per 4-6 6-3 6-2. I due si incontreranno nei quarti.

I RISULTATI DELL'ATP DELRAY BEACH (9 GENNAIO)

[Q] C. Harrison (USA) b. [1] C. Garin (CHI) 7-6 (3) 6-2

[2] J. Isner (USA) b. T. Monteiro (BRA) 6-4 7-6 (4)

S. Korda (USA) b. [5] T. Paul (USA) 4-6 6-3 6-2

G. Mager (ITA) b. [6] S. Querrey (USA) 7-6 (8) 6-1

Mager elimina Thiem, il commento dopo l’impresa: “Mi sono goduto il momento”

Tennis
Mager: "Tutti pensano a Federer e Nadal. Ma nessuno conosce chi fa i tornei per pochi euro"
04/03/2020 A 16:26
Tennis
Il rovescio della medaglia: Gianluca Mager, non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni
25/02/2020 A 10:31