È il giorno del giudizio al Giro, ma non per la vittoria della maglia rosa. Abbastanza bloccate le prime tre posizioni, con Bernal che conquista il suo secondo Grande Giro dopo la vittoria del Tour nel 2019. È il secondo colombiano a trionfare sulle nostre strade dopo il successo di Nairo Quintana del 2014. Applausi a scena aperta, però, anche per Damiano Caruso che giunge al 2° posto, con tanto di successo di tappa a Alpe Motta, pur partendo da Torino con il compito di gregario per Landa, poi ritirato. Poi Yates, Vlasov e Daniel Martínez che supera Bardet, grazie alla crono, e tiene a distanza Almeida. Crono clamorosa del portoghese che manca però la rimonta dall'8° al 5° posto per 0.53 secondi, mentre vanno male Bardet e Hugh Carthy (guarda la classifica completa). A proposito di crono, il vincitore di giornata è un eroico Filippo Ganna che, dopo aver fatto tempi spaziali, è costretto a fermarsi, cambiare bici e ripartire a causa di una foratura. Lui l'ha comunque vinta, realizzando il 5° successo consecutivo in una cronometro del Giro: record assoluto, battuto anche Francesco Moser. Battuto oggi Cavagna, che invece va a sbattere contro le transenne quando aveva odorato di poter vincere la cronometro. Che errore!

Ganna immenso! Fora, riparte e vince a Milano: rivivi la crono

La classifica generale finale

Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47
CorridoreTempo
1. Egan Bernal86h17'28''
2. Damiano Caruso+1'29''
3. Simon Yates+4'15''
4. Aleksandr Vlasov+6'40''
5. Daniel Martínez+7'24''
6. João Almeida+7'24''
7. Romain Bardet+8'05''
8. Hugh Carthy+8'56''
9. Tobias Foss+11'44''
10. Daniel Martin+18'35''

Bernal emozionato: alza il Trofeo Senza Fine in piazza Duomo

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
CHI È IL PIÙ FORTE PER I GRANDI GIRI?

Ganna fora, si ferma, cambia bici e... Vince! Disastro Cavagna

Nella prima parte di corsa è Maximilian Walscheid a fare il tempo di riferimento con un 34'21'', con il tedesco che va meglio di Bodnar e Brändle. Arriva però il campione del mondo, Filippo Ganna, che va veloce come il vento guardando i primi due rilevamenti. Nel finale della crono però un problema: foratura alla ruota posteriore, lui è costretto a fermarsi, cambiare la bici e ripartire. Il cuore batte a mille, la tensione, lo sconforto, ma Ganna si mantiene lucido e va come meglio può per realizzare il miglior tempo. Il 33'48'' è comunque spaziale visto quel problema nel finale, con il corridore della Ineos Grenadiers che non verrà battuto né da Affini (+13'') né da Tratnik (+42''). Lo spauracchio è Cavagna e il francese vola anche lui. Si tiene sui tempi di Ganna, senza strafare, per dare il colpo del ko nel tratto finale. La voglia di battere il campione del mondo è alta, forse troppa. Alla penultima curva arriva troppo veloce e va dritto, andando a sbattere contro le transenne. Arriverà 2° a 12'' di ritardo.

Beffa Cavagna: può battere Ganna, ma sbatte contro le transenne

Visto che non vogliamo farci mancare nulla, dopo una foratura e una caduta dei due favoriti, viene bloccato anche Sobrero. Grande tempo per il corridore dell'Astana, ma all'ultima curva viene bloccato dall'ammiraglia della Groupama-FDJ. Lui la prende a pugni per passare e giunge al traguardo con un ritardo di 14''. Clamoroso.

Pazzesco! Sobrero bloccato da un'ammiraglia e lui la prende a pugni

Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba
CHI È IL PIÙ FORTE CRONOMAN DEL MONDO?

Almeida recupera due posizioni, crolla Bardet

Partono i migliori 10 della classifica generale, ma non ci sarà lotta per il podio. Bernal, Caruso e Yates sono abbastanza sicuri delle loro posizioni. Dietro, la mina vagante è João Almeida che da 8° potrebbe addirittura ritrovarsi al 5° posto. Il portoghese fa la crono che deve fare: passa agevolmente Hugh Carthy, passa anche Romain Bardet - che crolla come prevedibile in una cronometro - ma non Daniel Martínez che si prende il 5° posto per 0.53 secondi. Una posizione conquistata dal colombiano, due dal portoghese. Vlasov resta al 4° posto ai piedi del podio. Caruso fa meglio di Bernal, ma il Giro è del colombiano che vince il suo secondo Grande Giro in carriera dopo il Tour 2019.

Bernal alza le braccia al cielo: l'arrivo a Milano e la festa

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Filippo Ganna33'48''
2. Rémi Cavagna+12''
3. Edoardo Affini+13''
4. Matteo Sobrero+14''
5. João Almeida+27''
6. Maximilian Walschied+33''
7. Alberto Bettiol+34''
8. Jan Tratnik+42''
9. Gianni Moscon+44''
10. Iljo Keisse+47''
17. Damiano Caruso+1'23''
24. Egan Bernal+1'53''

Dall'Androni alla vittoria del Giro: la scalata al potere di Bernal

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53