Vi ricordate Steven Kruijswijk quando aveva stradominato il Giro 2016? O ancora Simon Yates quando aveva stradominato il Giro 2018? Beh, nessuno dei due si issò però sul podio di quelle edizioni. Capiterà lo stesso anche a Tadej Pogacar? Può darsi come può darsi di no, ma l'andamento è stato quello nella prima settimana di Tour. Ha dominato nelle prime 10 tappe, stradominato. Aveva sì vinto la tappa di La Planche des Belles Filles, ma è andato anche a conquistare la tappa di Longwy e a fare gli sprint per il 20° posto qui e là. Tutte energie spese e perse per strada. Un po' come ha fatto oggi sul Galibier, quando Roglic l'ha provocato a più riprese. Lo sloveno ha provato due, tre, quattro scatti per innervosirlo. Pogacar ha risposto a tutti, finendo per scattare lui stesso e mandare fuori giri il connazionale. Missione compiuta? Sì, Roglic non vincerà il Tour ma, sul Col du Granon, Pogacar ha capito che era finito nella trappola dei Jumbo Visma. Perché in quella squadra non c'è solo Roglic... C'è anche un certo Vingegaard che l'anno scorso si piazzò 2°. E questa volta, il danese, piazza uno scatto incredibile che lo porta a guadagnare 2'51'' sul campione in carica. Per carità, non facciamo lo stesso errore, il Tour è lontano dall'essere concluso. Anzi, magari Pogacar lo ribalta di nuovo domani con l'Alpe d'Huez.
Calendario e risultati del Tour | Squalificati e penalizzati | Albo d'oro
CHI VINCE IL TOUR DE FRANCE 2022?
Tour de France
Van der Poel getta la spugna: dice addio al Tour
13/07/2022 ALLE 12:40

La nuova classifica

CorridoreTempo
1. Jonas Vingegaard41h29'59''
2. Romain Bardet+2'16''
3. Tadej Pogacar+2'22''
4. Geraint Thomas+2'26''
5. Nairo Quintana+2'37''
6. Adam Yates+3'06''
7. David Gaudu+3'13''
8. Aleksandr Vlasov+7'23''
9. Alexey Lutsenko+8'07''
10. Enric Mas+9'29''

Van Aert e van der Poel in fuga. E Roglic...

Pronti, partenza e partono van Aert e van der Poel. Clamorosa azione del duo in una delle tappe più dure di tutta l'edizione del Tour. Van Aert si prende i 20 punti del traguardo volante di Aiguebelle, ma tira dritto in attesa che arrivino altri corridori da dietro. E, poco dopo, ecco che ne arrivano diversi a rimpolpare la fuga: diventano in 20 là davanti con gli inserimenti di corridori come - tra gli altri - Mattia Cattaneo, Laporte, Barguil, Andrea Bagioli, Schachmann, Teuns, Ion Izagirre, Geschke, Mads Pedersen e Latour. Sulla prima salita, però, Bagioli si stacca e Cattaneo fa l'elastico. Attenzione dietro: sul Télégraphe c'è già una prima sfiammata di Roglic intento a ridurre il gruppo maglia gialla.

Spettacolo van Aert-van der Poel! I due scattano al km 0

"Che dici, partiamo?" Il momento in cui van Aert e van der Poel decidono l'attacco

Attacca Roglic, risponde Pogacar. Attacca Vingegaard, risponde Pogacar

Lo sloveno ci riprova anche sul Galibier e riesce nel suo intento: restano davanti solo Roglic, Pogacar, Vingegaard e Geraint Thomas. Pogacar però risponde sia a Roglic che a Vingegaard 'vincendo' così la prima sfida. Rientrano diversi corridori e Roglic riprova ancora. Serie impressionante di fiammate dello sloveno, ma Pogacar risponde ancora e ancora. A quel punto è il capitano stesso dell'UAE Emirates ad attaccare: rispondono solo Vingegaard e Bardet, mentre a Roglic tocca alzare bandiera bianca. Stesso discorso vale anche per Enric Mas, Gaudu, Adam Yates e Geraint Thomas. Davanti Barguil, intanto, si prende i punti del GPM precedento Geschke, mentre van Aert si ferma per dare manforte a Roglic che riesce a rientrare nella vallata dopo il Galibier.

Sfiammata Jumbo! Accelerazione sul Telegraphe, Pogacar e i big rispondono

Roglic c'è! Lo scatto a fine salita per testare Pogacar

Vingegaard dà scacco matto a Pogacar: che batosta!

Comincia l'ultima salita, anche questa di quasi 2500 metri. Barguil cerca l'impresa, partendo da un vantaggio di 3'29'' sul gruppo. Sufficienti per arrivare in cima? Approccio aggressivo dei Jumbo Visma con van Aert e Roglic, in versione gregario, a fare l'andatura in gruppo, ma Pogacar piazza subito Majka. Partono, però, prima Quintana e poi Bardet. Pogacar lascia fare, il suo obiettivo è Vingegaard.

Vingegaard stacca Pogacar! Il momento in cui lo sloveno va ko

Ma anche quando parte il danese, a 5 km dal traguardo, lo sloveno non risponde. Eccola la crisi dietro l'angolo. Vingegaard va su come una furia, riprende Bardet, Barguil e Quintana e si invola verso il successo di tappa. Pogacar in presa alla crisi più grande della sua carriera, tanto che lo sloveno viene raggiunto e superato anche da Geraint Thomas, Adam Yates e Gaudu. Perde la maglia gialla e scivola in 3a posizione della generale. Sembrava avesse già vinto il Tour de France...

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Jonas Vingegaard4h19'01''
2. Nairo Quintana+59''
3. Romain Bardet+1'10''
4. Geraint Thomas+1'38''
5. David Gaudu+2'04''
6. Adam Yates+2'10''
7. Tadej Pogacar+2'51''
8. Alexey Lutsenko+3'38''
9. Steven Kruijswijk+3'59''
10. Warren Barguil+4'16''

Rivivi l'11a tappa del Tour On Demand (Contenuto Premium)

Premium
Ciclismo

Tour de France | 11a tappa

05:30:11

Replica

Dove vedere il Tour de France in diretta tv e live streaming

Il Tour de France 2022 sarà trasmesso in DIRETTA integrale su Eurosport 1 (Canali 210 di Sky e su DAZN) con la telecronaca di Luca Gregorio e Riccardo Magrini e commento bonus di Moreno Moser e Wladimir Belli. Se non volete perdervi neanche un metro delle 21 tappe di questa edizione, potrete seguire il Tour de France, dal km 0 e senza pubblicità, in streaming su Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l'offerta) e GCN+ con tanti contenuti esclusivi in più. Sarà anche possibile recuperare tutte le corse On Demand su tutte le nostre piattaforme.

La UAE sfila davanti a tutti: è festa per il trionfo di Pogacar

Tour de France
Torna il premio all'ultimo in classifica: vincerà una vacanza
13/07/2022 ALLE 12:09
Tour de France
Tour de France 2022: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
02/07/2022 ALLE 12:53