La Ferrari ha concluso con un sesto e un ottavo posto il primo round del Mondiale 2021 di F1. Sul tracciato di Sakhir (Bahrain)la Rossa ha fatto vedere dei miglioramenti sostanziali rispetto alla stagione passata, ma è chiaro che il riscontro non può essere sufficiente se si guarda a cosa sia la scuderia di Maranella e a cosa rappresenti.
Pertanto, l’analisi va fatta sia in relazione alle attuali possibilità che al lavoro da portare avanti. E’ su questa falsariga che sono le dichiarazioni del Team Principal Mattia Binotto che, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto il punto della situazione: "Sicuramente siamo andati meglio oggi rispetto alla scorsa stagione, ma c’è ancora tanta strada da fare. Trarremo indicazioni importanti e dati su cui lavoreremo, ci siamo battuti con McLaren. Contento dei due piloti, finalmente possiamo contare su entrambi. Carlos ha avuto un buon ritmo, Charles anche. Siamo uniti per migliorare, trarranno delle sensazioni e indicazioni anche in vista delle prossime gare. Siamo tutti concentrati sul 2022, anche se qualche sviluppo lo proporremo quest’anno".
GP Bahrain
Pagelle: Leclerc convince, Hamilton-Verstappen da urlo
28/03/2021 A 19:53

"La SF21 può darci soddisfazioni, possiamo lottare per il 3° posto nel mondiale costruttori"

Binotto, dunque, non se la sente di dare delle valutazioni ma è sicuro che: “Questa vettura potrà darci soddisfazioni, ma bisogna lavorare. Avevamo visto che la SF21 si comporta in pista come ci aspettavamo e questa è la base, anche per l’anno prossimo. Abbiamo fatto dei miglioramenti, la qualifica di ieri è un punto di partenza per fare ancora meglio“.
Il Team Principal poi è contento del clima in squadra e dell’interazione tra i due piloti: “E’ molto positivo che i due piloti collaborino, Carlos si sta inserendo bene e con Charles stanno lavorando insieme. Sapere di poter contare su due piloti è importante, così come lo è lo spirito di squadra. I nostri avversari oggi sono gli altri, quando saremo davanti il rivale sarà il proprio compagno“.
E sugli obiettivi di questo 2021, la valutazione è molto chiara: “Quello che faranno Red Bull e Mercedes non lo so, la loro priorità sicuramente rimarrà il 2022. Per noi quest’anno è difficile lottare per il podio, loro adesso sono più forti di noi. Possiamo puntare al 3° posto nel costruttori, dovremo lottare con McLaren. E’ difficile dire dove potremmo essere più veloci, penso ci sarà grande equilibrio anche con Aston Martin, Alpha Tauri e Alpine".

Binotto presenta la Ferrari SF21: "Migliorata in tutte le aree"

GP Bahrain
Hamilton trionfo show, Verstappen 2° e beffato. Leclerc 6°
28/03/2021 A 14:45
GP Bahrain
Ufficiale, ok alla Sprint Race per 3 GP nel 2021: come funziona
26/04/2021 A 16:28