Jannik Sinner continua a crescere: lo dicono i numeri, il rendimento, i risultati. Esattamente due anni fa, il tennista di Sexten vinceva il suo secondo e ultimo torneo Future. Il 31 marzo 2019, a Santa Margherita di Pula, battendo 6-1 6-1 Andrea Pellegrino in finale l'altoatesino otteneva il 16esimo successo di fila dopo i titoli conquistati nel Challenger di Bergamo e il Future di Trento. Era solo l'inizio di una scalata impressionante. Sinner, alle ore 21 italiane, sfiderà Bublik per centrare la prima semifinale in carriera in un Masters 1000: essere diventato l'italiano più giovane ai quarti di un torneo di tale prestigio non gli basta. Per lui riscrivere i libri dei record sta diventando (stra)ordinaria amministrazione.

Costanza contro imprevedibilità

Il precedente in rimonta contro Bublik del 16 marzo a Dubai è fresco e indicativo: 2-6 7-6(2) 6-4 è stato il verdetto di un match complicato. Sinner ha ammesso di non conoscere bene l'avversario odierno pur avendoci appena giocato contro: forse nemmeno il kazako ha una profonda conoscenza di sé - ci verrebbe da dire facendo una battuta - in quanto tennista assolutamente imprevedibile. Il numero 44 del mondo vive di alti e bassi, ha dei picchi di rendimento alternati a passaggi a vuoto nell'arco della stessa partita. Sinner ha già dimostrato di possedere una maturità e una consistenza da veterano: in altre parole la sua solidità da fondocampo potrebbe fare la differenza. D'altronde, la sua tenuta mentale è una garanzia: contro Ruusuvuori, per la quinta volta in carriera a livello ATP, il ragazzo di Sexten ha chiuso un match avendo sfruttato tutte le palle-break a disposizione (4/4, il suo record era 2/2).
ATP, Miami
Sinner avvisa Bublik: "Mio obiettivo è andare più lontano"
31/03/2021 A 09:03
https://i.eurosport.com/2021/03/31/3020856.png

La scalata nel ranking

A prescindere dall'esito del match contro Bublik, Jannik Sinner è già sicuro di entrare dopo Miami tra i primi 30 tennisti della classifica mondiale per la prima volta in carriera. Al momento sarebbe 26esimo, se andasse in semifinale sarebbe 24esimo. Infine, senza voler fare troppi voli pindarici ma per completezza di informazione, in caso di finale 21esimo e se vincesse il torneo 14esimo. Indicativa anche la Race - il termometro della stagione - che ci spiega come Sinner sia nella Top 10 del 2021. I risultati degli ultimi due anni, per di più in un ranking in cui è diventato complicato salire viste le regole imposte dall'ATP, sono andati oltre le più rosee previsioni.
25 febbraio 2019 - 324 - Challenger Bergamo (titolo)
29 aprile 2019 - 298 - Budapest (1° match ATP vinto)
22 luglio 2019 - 199 - Umago (2° turno)
5 agosto 2019 - 135 - Challenger Lexington (titolo)
9 settembre 2019 - 128 - US Open (esordio Slam)
21 ottobre 2019 - 101 - Anversa (semifinale)
28 ottobre 2019 - 93 - Vienna (2° turno)
18 novembre 2019 - 78 - Challenger Ortisei (titolo)
12 ottobre 2020 - 46 - Roland Garros (quarti di finale)
16 novembre 2020 - 37 - ATP 250 Sofia (titolo)
8 febbraio 2021 - 32 - ATP 250 Melbourne 1 (titolo)
22 marzo 2021 - 31 - ATP 500 Dubai (quarti)
5 aprile 2021 - Top 30 - Masters 1000 Miami

Il torneo delle novità e dei giovani

Senza Djokovic, Nadal e Federer e senza cinque dei dieci Top 10 del ranking mondiale, ci aspettavamo che questo potesse essere il torneo delle sorprese e delle occasioni. Sinner ha fin qui sfruttato la sua in un lato di tabellone aperto dal ko clamoroso di Zverev. L'altoatesino, insieme a Bublik e Korda, è all'esordio nei quarti di un Masters 1000 mentre per Rublev e Hurkacz sarà il secondo. Solo Medvedev, tra i superstiti, ha già conquistato un 1000 in carriera e l'unico che aveva già giocato i quarti a Miami è Roberto Bautista Agut. Insomma, spazio alle novità e largo ai giovani. Per la prima volta dal Masters 1000 di Parigi-Bercy 2009, sei degli otto giocatori qualificati ai quarti hanno meno di 25 anni.
Parigi-Bercy 2009: Cilic, Del Potro, Djokovic, Monfils, Nadal, Tsonga
Miami 2021: Sinner, Korda, Tsitsipas, Rublev, Bublik, Hurkacz

Sinner vince il 2° ATP 250! Il meglio del successo su Travaglia

ATP, Miami
Sinner, caccia alla semifinale. A che ora gioca con Bublik?
31/03/2021 A 07:12
ATP, Miami
Sinner gestisce da veterano Ruusuvuori: Jannik vola ai quarti
30/03/2021 A 14:55