14:45 - Il tabellone senza Djokovic: due scenari

In caso di esito favorevole questa domenica, Djokovic scenderebbe in campo 24 ore dopo contro il connazionale Kecmanovic. In caso di esito avverso invece, sono possibili due scenari. Tutto dipende dalla pubblicazione dell'order of play, prevista anch'essa di domenica. Qualora il ritiro di Djokovic venisse ufficializzato prima della pubblicazione dell'order of play (il che è poco probabile a questo punto), si procederebbe come da regolamento: "Se il ritiro è tra le teste di serie da 1 a 4, la 5a testa di serie viene spostata nella posizione vacante, la 5a posizione sarà occupata dalla 17a testa di serie e la 17a posizione sarà occupata dal giocatore successivo con il punteggio più alto idoneo per essere testa di serie". Traduzione: Rublev (testa di serie n. 5), sostituirebbe lo slot di Djokovic e affronterebbe Kecmanovic al suo posto; di conseguenza, Monfils (n. 17) rimpiazzerebbe lo slot di Rublev, e Bublik (il primo degli esclusi dalla lista delle teste di serie), rientrerebbe al posto di Monfils; un ulteriore lucky loser infine, prenderebbe il posto di Bublik.
Australian Open
Nadal: "Djokovic? Spero possa giocare tanti tornei nel 2022"
21/02/2022 A 09:44
Il secondo scenario invece, quello più probabile, prevede il ritiro di Djokovic dopo la pubblicazione dell'order of play. In quel caso, per ragioni di tempo, si provvederebbe a sostituire direttamente la piazza occupata da Djokovic con un nuovo lucky loser (uno tra Caruso e Dzumhur), lasciando inalterato il resto del tabellone. Berrettini, a quel punto, diventerebbe la principale testa di serie nel primo quarto di tabellone.

13:25 - Djokovic in detenzione da sabato

Secondo le parole del giudice, Djokovic dovrebbe sostenere un interrogatorio con i funzionari dell'immigrazione alle 08:00 di sabato ora locale. Ciò significa che Djokovìc andrà in contro alla detenzione, ma non è stato precisato il luogo di quest'ultima.

13:15 - La parte alta del tabellone giocherà lunedì

Continuano le cattive notizie per Djokovic: Australian Open informa che la parte alta del tabellone esordirà lunedì, il che concede 24 ore in meno al serbo per presentarsi in campo dopo l'eventuale vittoria dell'appello.

12:10 - Udienza aggiornata, si decide tutto domenica

L'udienza che deciderà il futuro sportivo - e non solo - di Novak Djokovic si terrà domenica. La mediazione degli avvocati del serbo ha permesso di conquistare quel sottile margine di tempo che permetterebbe a Nole di presentarsi in campo lunedì in caso di dietrofront del governo. Il giudice Kelly ha terminato la seduta.

11:50 - C'è l'accordo per rinviare l'espulsione dal paese

Djokovic, per ora, può rimanere sul suolo australiano. Si lavora per incastrare l'intero processo nella giornata di domenica, in modo da arrivare ad una decisione definitiva prima dell'inizio del torneo.

11:45 - Decisione del Ministro "palesemente irrazionale"

Dura offensiva dell'avvocato di Nole a proposito del processo decisionale che ha portato il Ministro Alex Hawke a ordinare la cancellazione del visto. I rappresentanti del serbo sostengono che, alla base di questa decisione, risieda la convinzione "irrazionale" del governo secondo il quale la presenza di Djokovic sul turf dell'Australian Open fomenterebbe i sentimenti no-vax del pubblico.

11:30 - "Djokovic non andrà in prigione", secondo il suo avvocato

L'avvocato di Djokovic sostiene che il suo cliente non è in prigione, e che il governo australiano non ha alcuna intenzione di ordinare la sua detenzione.

11:27 - Il team di Djokovic chiede rapidità

"E' estremamente prezioso ogni minuto che abbiamo, prima che il torneo inizi lunedì", afferma l'avvocato di Djokovic, invitando i presenti a fare in modo di venire a una decisione prima della partenza del torneo. Il team legale di Djokovic ha inoltre annunciato una richiesta formale per prevenire - momentaneamente - l'espulsione di Djokovic nelle prossime ore.

11:24 - Il giudice Kelly vuole chiudere in fretta

Dopo aver ripercorso le tappe e il materiale inerente il sempre più ramificato caso Djokovic, il giudice Anthony Kelly ha affermato di voler sbrigare il più veloce possibile il processo verso l'appello decisivo.

11:18 - Murray: "Brutta immagine per il tennis e per Nole"

Andy Murray ha commentato le ultime novità riguardo il caso Djokovic subito dopo aver raggiunto la finale del Sydney Tennis Classic: "Voglio solo che si risolva. Penso che sarebbe un bene per tutti se fosse così. Sembra solo che si sia trascinato per un bel po' di tempo ormai, e sì, non è una bella immagine per il tennis, per l'AO, e per Novak".

11:13 - Lontani da una risoluzione definitiva

Probabilmente questo incontro non culminerà in una risoluzione definitiva per Nole. Si tratta di un'udienza in cui Djokovic e il suo team riceveranno indicazioni su come muoversi nelle prossime ore.

10.30 - Djokovic in udienza tra 20 minuti

Il serbo si presenterà davanti al giudice Anthony Kelly tra 20 minuti.
Qui il livestream dell'udienza:

9.54 - Nole si prepara a una nuova detenzione

L'ex deputato del Dipartimento d'Immigrazione australiano Abul Rizvi ha spiegato alla BBC i prossimi passi che attendono Djokovic: "Dopo la cancellazione del visto, il signor Djokovic dovrà essere arrestato. È probabile che i suoi avvocati chiedano un riesame giudiziario e un ordine provvisorio per il suo rilascio con un visto transitorio con diritti di lavoro. Il primo richiederebbe tempo per essere formulato. La corte avrebbe dovuto ciò nel fine settimana, per consentirgli di giocare l'Australian Open. C'è una forte possibilità che la corte accetti di liberare il signor Djokovic dalla detenzione".

9.30 - Il premier Morrison: "Rispettati i sacrifici del popolo"

Il primo ministro australiano Scott Morrison si è espresso poche ore dopo la decisione del Ministro dell'Immigrazione Alex Hawke: "Prendo nota della decisione del Ministro dell'Immigrazione relativa al visto di Mr. Novak Djokovic. Comprendo che, dopo un'attenta serie di considerazioni, il Ministro ha deciso di cancellare il visto di Mr. Novak Djokovic in base a motivi di salute, ordine ed interesse pubblico. Affrontare questa pandemia è stato molto difficile per tutti gli australiani ma siamo riusciti comunque a rimanere uniti, salvando vite e fonti di sostentamento. Uniti, siamo riusciti a mantenere uno dei più bassi tassi di morte, una delle più solide economie e una delle più alte percentuali di vaccinati al mondo. Gli australiani hanno sacrificato tanto durante questa pandemia, e si aspettano che i risultati di questi sacrifici vengano protetti. E' ciò che il Ministro ha imposto quest'oggi, con questo provvedimento. Le politiche di protezione dei nostri confini hanno tenuto l'Australia al sicuro, sia prima che dopo il Covid".
QUI LA NOTIZIA

8.55 - Come cambia il tabellone degli Australian Open?

Tennis Australia deve ancora fornire una risposta a proposito della decisione del governo. Con Djokovic escluso dal torneo, Andrey Rublev prenderebbe il suo slot nel match contro Kecmanovic.

8.50 - Possibile un processo-blitz

"Gli avvocati di Djokovic stanno ancora valutando le opzioni legali. Hanno ricevuto i documenti alle 18:03, dopo la decisione di Hawke. Se fanno appello, vogliono un processo semplificato con tempi ridotti per le osservazioni scritte e le prove verbali. Vogliono che il processo sia completato entro domenica", scrive Paul Sakkal di The Age.

8.15 - Si prepara l'appello

Gli avvocati di Djokovic ovviamente stanno già preparando l'appello contro la decisione del ministro dell'Immigrazione Alex Hawke. Se Djokovic non si appella con successo alla decisione, potrebbe essere bandito dall'Australia per tre anni.

8.10 - E ora che succede?

Ricorso in arrivo, quasi certamente. Se Djokovic non impugna la decisione in tribunale sarà immediatamente espulso dal Paese.

8.00 - UFFICIALE! Cancellato il visto a Djokovic!

Il ministro dell'Immigrazione Alex Hawke ha usato il suo potere personale per annullare il visto di Novak Djokovic. Ecco il testo del comunicato ufficiale.
“Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi della sezione 133C (3) della legge sulla migrazione per annullare il visto detenuto dal sig. Novak Djokovic per motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che ciò era nell'interesse pubblico. Questa decisione ha fatto seguito alle ordinanze del Circuito Federale e del Tribunale della Famiglia del 10 gennaio 2022, che annullavano una precedente decisione di annullamento per motivi di equità procedurale. Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Dipartimento degli affari interni, dall'Australian Border Force e dal signor Djokovic. Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell'Australia, in particolare in relazione alla pandemia di COVID-19".

7.40 - Poche possibilità di ricorso in caso di annullamento

"Realisticamente, a meno che il ministro non commetta un errore procedurale, non rispetti i termini della legge e a meno che la decisione non abbia davvero alcuna base, è improbabile che il signor Djokovic abbia successo", ha affermato il dottor Janina Boughey, professoressa associata di diritto pubblico dell'Università del New South Wales di Sydney al 'Sydney Morning Herald'.

7.22 - Spunta un passaporto diplomatico

Secondo Sky Australia, un passaporto diplomatico rilasciato a Novak Djokovic 11 anni fa potrebbe essere la chiave per evitare l'espulsione dall'Australia. L'ambasciata serba ha confermato che Djokovic era in possesso sia di un normale passaporto serbo che di uno diplomatico a lui assegnato dopo il successo della Coppa Davis 2011 della Serbia. La risposta del dipartimento degli affari esteri e del commercio australiano: "I passaporti diplomatici non conferiscono al titolare alcun diritto o privilegio speciale. I singoli paesi possono conferire, a loro discrezione, determinati diritti e privilegi ai titolari di passaporti diplomatici e ufficiali".

7.15 - Djokovic continua ad allenarsi

Intanto Novak Djokovic continua ad allenarsi - questa volta sul Melbourne Park - per cercare di recuperare la forma persa in questi giorni in cui è stato bloccato in hotel in attesa di giudizio: ricordiamo infatti che Nole è stato inserito nel tabellone principale degli Australian Open e che, se queste famose decisioni nei suoi confronti non arriveranno, scenderà in campo per vedersela con il connazionale Miomir Kecmanovic al 1° turno.

Novak Djokovic

Credit Foto Getty Images

7:00 - Nessuna decisione su Djokovic

"E siamo ancora qua..." La saga-Djokovic continua: non ci sono ancora decisioni ufficiali nei confronti del numero 1 del mondo del tennis, ancora in attesa di sapere se il suo visto sarà cancellato per la seconda e ultima volta, impedendogli così di disputare lo Slam che potrebbe regalargli la vittoria n.21, un record. Gli occhi sono puntati sul Ministro dell'Immigrazione, quell'Alex Hawke che ormai è diventato un dilemma anche per i giornalisti presenti in Australia...
Segui in ESCLUSIVA tutti i match degli Australian Open su Discovery+: abbonamento annuale a 29,90€ invece di 69,90€. Potrete seguire tutti i match da Melbourne in Livestreaming o rivederli On demand. Inoltre, tutte le emozioni degli altri eventi targati Eurosport a cominciare dalla Coppa d'Africa di calcio e ovviamente le Olimpiadi invernali di Pechino 2022
Australian Open
Djokovic: "Errore aver concesso l’intervista a L’Équipe da positivo"
16/02/2022 A 09:12
Australian Open
Djokovic: "Non sono no-vax ma non mi vaccino per gli Slam"
15/02/2022 A 07:08