Presso la sala Giulio Cesare del Campidoglio, come fortemente voluto dal patron della Lazio Claudio Lotito, Ciro Immobile riceve la Scarpa d'Oro. Per il bomber italiano decisive le 36 reti realizzate nel campionato di Serie A 2019-20, per un totale di 72 punti (il coefficiente di ogni gol per il campionato italiano è di 2), grazie ai quali si è messo dietro campioni come Robert Lewandowski (34 gol in Bundesliga, per un punteggio di 68) e Cristiano Ronaldo. Alla cerimonia sono presenti anche Angelo Peruzzi e Stefan Radu, in rappresentanza della società. Oltre ovviamente al patron della Lazio Claudio Lotito, tra i primi ad arrivare.

Raggi: "Immobile esempio per i bambini"

Serie A
Top 100 Guardian 2020: Immobile davanti a Ibra, c'è Barella
24/12/2020 A 17:52
Prende la parola il sindaco di Roma Virginia Raggi: "Questa di oggi è una giornata speciale, siamo orgogliosi. Abbiamo dovuto attendere e anche oggi avremmo voluto che questa cerimonia fosse aperta alla città. Avremmo voluto che fosse di tutti, ma la difficile emergenza non ce lo permette. Desidero ringraziare il presidente Lotito e il mister Inzaghi, che sta conducendo la squadra in maniera eccellente. La Scarpa d’Oro è un premio speciale, i 36 gol sono un risultato importante. Immobile è un campione nello sport e nella vita. In te c’è il desiderio di tanti ragazzi. Lo sport come riscatto. Oggi nelle periferie ci sono tanti bambini che sognano di diventare come te Ciro e indossano la tua maglia. Gli ostacoli e le cadute fanno parte della strada verso il successo. Questo premio va oltre le statistiche e i numeri, perché Immobile è un esempio. Si sacrifica per la squadra e per i compagni. Vorrei sottolineare la sua generosità, mettendo all’asta alcune sue maglie celebrative. Questo premio è un grande significato per la città".

Lotito: "Ciro ha commosso anche il Papa"

"È sempre un grande onore essere qui. Non entro nel merito dei dati, parlo del Ciro umano. È un ragazzo che ha consentito a questa società di crescere in termini di credibilità e visibilità. Ha portato delle gioie nelle case dei tifosi e stemperato delle tensioni nella città. I giovani lo identificato come loro padre, con cui dialogare. È entrato nel cuore delle persone e dei cittadini, Ciro. Nei giovani e negli anziani, che lo riportano indietro nel tempo quando la Lazio non aveva l’organizzazione attuale. Quando sta in campo, sembra che porti addosso tutto lo sforzo collettivo, che viene finalizzato da lui. I calciatori, una volta che raggiungono certi traguardi, si allontanano, invece Immobile è rimasto uno del popolo. Con la sua semplicità e umiltà ha colpito e commosso anche il Santo Padre. Immobile rappresenta Roma, di cui la Lazio è la prima squadra. È un riconoscimento che va a tutti: a Ciro, alla squadra e alla città intera".

Inzaghi: "Immobile si merita la Scarpa d'Oro per la sua dedizione e l'amore per la Lazio"

Immobile: "Voglio l'Europeo"

"È un’emozione enorme, sono orgoglioso anche di riceverlo qui in questa sala al Campidoglio. Con i tifosi sarebbe stata un’altra cosa, quindi glielo dedico a loro, che stanno soffrendo nel non poter venire allo stadio. Devo ringraziare la mia famiglia se sono cresciuto così. Non ho mai sentito la mancanza dei miei genitori, anche se sono andato via di casa da giovane. La Scarpa d’Oro è il frutto del lavoro che ho fatto con il mister e la squadra. Anche i miei compagni hanno vinto questo premio, non avrei mai immaginato di poter vincerlo da solo. Mi sono emozionato alle parole del presidente: quando mi elogiano per le mie qualità umane è bellissimo".
"Stiamo vivendo un momento di flessione, abbiamo giocato tanto. Sono comunque orgoglioso di quello che abbiamo e stiamo facendo. Sono cinque anni che stiamo facendo, abbiamo tagliato traguardi importanti. Siamo una famiglia, dobbiamo rimanere uniti. Lunedì abbiamo parlato col presidente, venerdì vogliamo riscattarci. Ora voglio l'Europeo a tutti i costi. Credo sia il punto più alto della mia carriera, quando vedo questo premio mi viene ancor più la voglia di fare di più e raggiungerne altri. Lo condivido coi miei compagni, senza di loro sarebbe stato impossibile".

Immobile: "Critiche in Nazionale? Mi scivolano addosso"

Champions League
UEFA Squadra dell'Anno: i candidati, Barella e Immobile presenti
01/12/2020 A 14:48
Calcio
FIFA Best 2020: c'è Ronaldo, manca la Scarpa d'Oro Immobile
25/11/2020 A 10:39