Ancora una volta arriva la fuga: la 10a in 18 tappe. Tanti italiani all'attacco, tra questi anche Bettiol e Ulissi, due che erano andati forte anche sulla salita di Sega di Ala nel giorno precedente. Uno ha già vinto 8 tappe al Giro, l'altro 'solo' il Giro delle Fiandre. Bettiol, però, ha voglia di riscatto dopo due anni non proprio fortunati e si va a prendere uno splendido successo a Stradella dopo aver fatto schiantare Cavagna e battuto Roche. Una vittoria di 'rinascita' per il corridore toscano che corona al meglio un Giro molto bello, dove è stato addirittura l'ultimo uomo in salita per Hugh Carthy. Niente da fare per gli altri della fuga, con Simone Consonni che si piazza poi al 2° posto. Parlando di volate, Sagan lascia fare. È proprio lui a lasciare andare la fuga, non provando neanche a centrare il bis così come fatto a Gorizia. Allo slovacco interessa solo la classifica a punti e non fare niente, a questo punto, è efficace per portarsi a casa la maglia ciclamino. In gruppo ci si 'riposa' in vista della tappa di Alpe di Mera, nella prima della due-giorni decisiva di questo Giro.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Alberto Bettiol5h14'43''
2. Simone Consonni+17''
3. Nicolas Roche+17''
4. Nikias Arndt+17''
5. Diego Ulissi+17''
6. Simone Battistella+17''
7. Filippo Zana+17''
8. Natnael Tesfatsion+17''
9. Rémi Cavagna+24''
10. Jacopo Mosca+1'12''
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Bettiol spettacolo! Tutto solo a Stradella, rivivi l'arrivo

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
GIORNATA NO PER BERNAL: GIRO RIAPERTO?

Sempre la fuga, Sagan lascia andare. Tanti italiani all'attacco

Parte la solita fuga di giornata con all'attacco ben 23 corridori. Tra questi anche Vendrame, a caccia del bis dopo la vittoria di Bagno di Romagna, Cataldo, Consonni, Oldani, Mosca, Battistella, Gavazzi, Riva, Zana, ma anche due nomi molto importanti come Diego Ulissi e Alberto Bettiol. C'è anche il leader della classifica delle fughe Simon Pellaud, oltre a Gorka Izagirre, Bevin e Cavagna. Non ci sono però i corridori che vogliono la maglia ciclamino e Peter Sagan lascia andare la fuga disinteressandosi della tappa. Non vincerà la sua seconda frazione del Giro, ma la classifica a punti è ormai ipotecata. Ecco che il gruppo scivola a più di 17 minuti di ritardo.
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Scatto secco di Cavagna, ma Bettiol è il più forte

Ai -32 km dal traguardo comincia un po' di bagarre tra gli uomini di testa. Si avvantaggiano Gorka Izagirre, Bettiol, Bevin, Oldani, Roche e Mosca. A 10'' gli ex compagni di fuga che però rientrano grazie all'azione di Cataldo e Battistella. Parte in contropiede Cavagna ai -26, con il francese che riesce a fare il vuoto: al suo inseguimento ci sono solo Bettiol e Roche.

Bettiol attacca, Cavagna cede: ecco lo scatto decisivo

Il corridore dell'Education Nippo però ci crede e ai -6,8 km va a riprendere Cavagna. Siamo a Canneto Pavese e l'italiano se ne va deciso, con il francese che si pianta sul tratto in salita. Roche è troppo lontano e per Bettiol è una cavalcata vincente: per lui è la prima vittoria al Giro d'Italia e in un Grande Giro.

Numero di Gorka Izagirre! Evita due macchine in discesa e si salva

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53