Anche la settimana tappa è andata in archivio. Siamo ormai in corsa da una settimana, ma la classifica vivrà uno scossone reale solo domenica con la tappa del Blockhaus. La frazione di Potenza poteva, effettivamente, cambiare qualcosa, ma la Ineos Grenadiers ha preferito controllare la situazione. C'è tempo per regolare i conti in vista della generale. Abbiamo visto però grande prove di autorità come quella di Juan Pedro López che ha dimostrato di essere una maglia rosa con gli attributi. Formolo e Villella hanno provato a togliere lo 0 dalla casellina delle vittorie azzurre, ma anche stavolta ci è andata male. Però se gli altri hanno Dumoulin... Che ritorno in grande stile del Conte di Maastricht che ha favorito il successo del suo compagno di squadra Bouwman.

Calendario e Risultati

Startlist, ritirati e squalificati | Il montepremi | Percorso, calendario e risultati del Giro
Giro d'Italia
Italia ancora a secco dopo 7 tappe: non succedeva dal 2017
13/05/2022 A 20:05

I tre promossi (+1)

Juan Pedro López

Vince Bouwman, ma come primo promosso di giornata ci mettiamo la maglia rosa. Sì perché Juan Pedro López ha dimostrato di essere un corridore vero. La maglia rosa non era così tanto al sicuro in una tappa come questa, ma lo spagnolo si è difeso e ha risposto in prima persona agli attacchi di Kämna, il suo più immediato inseguitore in classifica generale. La bagarre è stata vera nella prima ora e mezzo di corsa, ad un certo punto è partito anche Carapaz. Ha messo a tirare la squadra e ha bloccato tutto. Poi, con grande autorità, ha fatto segno che il bar, ormai, era chiuso. Basta con le fughe, ora si va all'arrivo. Che personalità. Merita di tenere la maglia fino al Blockhaus.

Dopo la bagarre serve un pit stop: Lopez fa fermare il gruppo

Koen Bouwman

Ha vinto tre GPM su 4, ha poi ha vinto la corsa regolando Formolo e Mollema. Basta questo per definire la giornata di Koen Bouwman che in una tappa sola ha conquistato la vittoria e la maglia azzurra di leader della classifica scalatori. Ad un certo punto, ha anche accarezzato il sogno di prendere la maglia rosa.

Bouwman di forza! Mollema e Formolo battuti, rivivi l'arrivo

Tom Dumoulin

Non c'è la vittoria di Bouwman senza il lavoro di Dumoulin. Il vincitore del Giro 2017 si è messo a disposizione, con grande onestà di chi non può più ambire a fare classifica generale. E, quando fa il gregario, Dumoulin diventa devastante per i rivali.

Roba da pazzi! A momenti Dumoulin viene investito dalla propria ammiraglia

Davide Formolo

Ci mettiamo anche Davide Formolo tra i promossi, perché se lo merita. Non ha vinto la tappa, ha commesso qualche errore nel finale, ma è stato lui il vero animatore della fuga. Quando la Trek Segafredo aveva ripreso tutti, lui si è rimesso a tirare e ha portato via la vera fuga di giornata. Se l'è giocata, gli è andata male. Forse non avrà più altre chance, è comunque il gregario di João Almeida, ma ci ha provato con tutto quello che aveva in corpo.

Giro 360: vince Bouwman, Formolo che peccato. Chiude terzo

I tre bocciati

Nans Peters

Ma lo avete visto voi in questo Giro d'Italia? È uno dei cavalli di razza di tanti concorrenti di fantacycling, ma Nas Peters non ha battuto un colpo. Aspetterà la salita giusta, ma oggi era la grande occasione per il corridore dell'AG2R. Squadra che, a parte Vendrame, non ha regalato grandi momenti in questo Giro.

Wout Poels

Se Formolo è stato decisivo per portare via la fuga di giornata, Woet Poels è stato quello che ha animato per primo la corsa. Forse anche troppo. Bisognava andare via con qualcuno, ma il neerlandese si è intestardito volendo andare via da solo. Con il gruppo che andava a 46 km/h tra le salite. Lui ha avuto il merito di entrare anche nella seconda fuga, quella buona, ma ormai era sfinito e si è staccato in maniera impacciata a metà tappa. Che peccato per uno degli scalatori più forti del lotto.

Poels passa per primo al GPM, poi arriva Formolo

Astana, Androni e altre: questa era un'occasione

Bravi gli Jumbo, dentro anche l'UAE con Formolo, Bahrain con Poels, Education EasyPost con Camargo, Cofidis con Villella e Trek Segafredo con Mollema (nonostante avessero la maglia rosa). Ma gli altri? Questa era una delle frazioni più importanti per i cacciatori di tappe ed è stata una sorpresa non vedere alcune squadre muoversi. Togliendo chi doveva stare vicino ai capitani per la classifica e chi doveva salvare la gamba (i Quick Step per Cavendish o i Lotto Soudal per Ewan), gli altri che fine hanno fatto? L'Astana ci ha provato con Felline nella prima fuga, ma poi non ci hanno creduto. Che devono curare adesso? La classifica generale? Gli Androni hanno animato il Giro fino ad adesso, ma avevano gli uomini per provarci anche oggi. L'AG2R, la Movistar, la Bardiani? Oggi si è sprecata un'occasione.

Dove seguire in tv e streaming il Giro d'Italia

Il Giro d'Italia 2022 sarà trasmesso in DIRETTA su Eurosport 1 e 2 (Canali 210 e 211 di Sky e su DAZN) con la telecronaca di Luca Gregorio e Riccardo Magrini e commento bonus di Moreno Moser e Wladimir Belli. Se non volete perdervi neanche un metro delle 21 tappe di questa edizione, potrete seguire il Giro d'Italia in DIRETTA INTEGRALE, dal km 0, in streaming su Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l'offerta) e GCN+ con tanti contenuti esclusivi in più. Sarà anche possibile recuperare tutte le corse On Demand su tutte le nostre piattaforme.

Quanto si guadagna al Giro? Ecco il montepremi nel dettaglio

Giro d'Italia
Formolo prova l'acuto, ma vince Bouwman! Lopez sempre in rosa
13/05/2022 A 15:10
Giro d'Italia
Da Budapest a Verona: tutte le tappe del Giro 2022. La guida
01/05/2022 A 21:19