"Ho visto che invece di risalire stava scendendo e ho pensato: 'qui sta succedendo qualcosa di strano'. Così mi sono buttata perché i bagnini non lo stavano facendo. Quando sono riuscita a prenderla in braccio, la sua mascella era serrata così forte che non respirava. Lì mi sono davvero spaventata. Ha continuato a non respirare per almeno due minuti. Ora comunque si è ripresa a sta bene". Questo il passaggio più significativo e intenso del racconto - pubblicato sul Corriere della Sera - attraverso il quale Andrea Fuentes, allenatrice spagnola, spiega come è riuscita a salvare Anita Alvarez, l'atleta statunitense di nuoto sincronizzato colpita da un malore al termine di un esercizio eseguito durante i Mondiali di nuoto in corso di svolgimento a Budapest.

Anita Alvarez proverà a tornare in gara già venerdì

Passata la paura Fuentes, ex sincronetta spagnola che in carriera ha vinto 4 medaglie olimpiche, ha provato a sdrammatizzare l'accaduto con un post su Instagram: "L'esercizio di Anita è stata la sua migliore performance di sempre, ha spinto verso i suoi limiti e li ha trovati - prova a scherzare - Anita sta bene, lo hanno detto anche i medici. Sono cose che succedono anche in altri sport: ciclismo, maratona, atletica... alcuni non arrivano al traguardo, alcuni lo fanno a fatica o svengono. Anche il nostro sport è molto difficile. Ma ora è il momento di riposare e recuperare". Nonostante il malore che l'ha colpita, Anita Alvarez dovrebbe tornare in gara già domani (venerdì): tenterà infatti di tornare a disposizione per la prova libera a squadre.
Mondiali
Fantastico Dario Verani: oro da urlo nella 25 km
UN GIORNO FA

Grazie Federica! Leggenda eterna del nuoto mondiale

Mondiali
Paltrinieri: "Vado avanti perché mi diverte vincere"
IERI A 09:00
Mondiali
12 medaglie ai Mondiali: Paltrinieri supera anche Federica Pellegrini
IERI A 13:29