Non smette mai di stupire Lorenzo Sonego. Dopo aver battuto il numero 4 del mondo Dominic Thiem, il tennista di Torino piega in rimonta anche il numero 7 ATP Andrey Rublev. Lo fa dopo un primo set perso nettamente, entrando nella testa del russo e trascinando il pubblico del Foro italico che aspettava un italiano in semifinale a Roma dal lontano 2007, edizione in cui Filippo Volandri superò sua maestà Roger Federer. Sonego ci impiega un set ad adattarsi a un avversario completamente diverso rispetto all'austriaco: Rublev non dà il tempo né di pensare né di colpire al 26enne che nel primo set porta a casa appena tre punti in risposta. Rublev al servizio non concede nulla e chiude con un 6-3 che poteva essere anche più netto.
Sonego, però, non è quel tipo di giocatore che molla quando le cose non girano per il verso giusto. La svolta è a inizio secondo parziale con un gran game in risposta a incrinare le certezze di Rublev che perde subito la calma e spacca la racchetta. Il vincitore del Sardegna Open invita il pubblico a farsi sentire e la bolgia di Roma non si tira certo indietro: come un toro nell'arena, Sonego spinge al massimo al servizio e mostra a tutto il mondo quei miglioramenti nel rovescio - che bellezza il lungolinea - quasi insperati fino a qualche mese fa e che rendono orgoglioso coach Gipo Arbino.
ATP, Roma
Apoteosi Sonego: "Semifinale con Djokovic? Voglio godermela"
15/05/2021 A 12:14
Sotto pressione, Rublev comincia a commettere qualche errore anche nei suoi turni di battuta e si entra nella lotta, il territorio preferito del combattente granata. Il decimo game, quello del 6-4, inizia con un rovescio più bello dell'altro, uno per parte. Sonego sbaglia una volée di dritto ma vince uno scambio incredibile e, con la prima di servizio, si aggiudica il parziale in 53 minuti rimandando il verdetto dopo un'ora e 39 complessivi.
Nel quarto gioco del terzo set, il numero 33 del mondo cancella tre palle-break e nel quinto strappa la battuta a zero con due risposte pazzesche. Rublev mostra i suoi limiti quando non gioca in tranquillità e viene attirato a rete - zona del campo in cui è molto vulnerabile - con la palla corta per essere infilato dall'azzurro a più riprese. Sonego non trema e chiude 3-6 6-4 6-3 per sfidare Novak Djokovic alle 18:30 in semifinale. I progressi di questo ragazzo, alla prima semifinale in un 1000, sono alla base di questi successi: giocherà contro colui che di semifinali nei Masters 1000 ne ha ottenute 70 (10-1 il bilancio a Roma), dopo la rimonta con Tsitsipas. A Vienna, lo scorso autunno, il torinese lasciò a bocca aperta il serbo ma sa che questa sarà un'altra storia.

Lorenzo Sonego - Internazionali d'Italia 2021

Credit Foto Imago

Intanto, Lorenzo Sonego si gode il miglior torneo della sua vita dopo gli 87 vincenti messi a referto nei match contro Thiem e Rublev, in una settimana dove prima aveva piegato Monfils e Mager. Contro il numero 1 del mondo cercherà di diventare il primo italiano in finale a Roma da Adriano Panatta nel 1978. L'Italia del tennis si gode, infine, il terzo giocatore in semifinale nei 1000 in questa stagione dopo Sinner a Miami e Berrettini a Madrid. Cominciamo ad abituarci, l'Italia chiamò.

🎙 Sonego si racconta: "Solo il mio maestro credeva in me. Il sogno resta la Top10"

ATP, Roma
Impresa Sonego! Batte Thiem dopo 3 ore annullando un match point
13/05/2021 A 16:53
ATP, Vienna
Sonego, tutti i numeri dell'impresa con Djokovic: ora Evans
31/10/2020 A 10:53