Un'altra settimana se n'è andata. Stiamo già pensando alle prossime salite che decideranno il Giro d'Italia, ma ripercorriamo però con 5 "scatti" gli ultimi giorni di Corsa Rosa. Tante belle immagini che ci hanno riempito anche il cuore. Con i primi successi di Vendrame, Nizzolo e Fortunato, al dominio di Bernal scortato da Puccio, Ganna e Moscon.

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Bernal e Ganna nella polvere

La seconda settimana parte con la tappa di Montalcino, la tappa dello sterrato. C'erano stati già 1600 metri di sterrato nella frazione di Campo Felice, ma qui si percorrevano le “Strade Bianche” con ben 35 km di sterrato nei 70 km finali di tappa. È stato un altro Bernal show. Già nel primo settore è partito l'attacco di squadra della Ineos Grenadiers, con l'azione di Ganna ad alzare il polverone dietro di sé. Tranne Vlasov, tutti i big di classifica si erano staccati dopo i primi km di ghiaia. Riusciranno a rientrare, dopo toccherà a Moscon aumentare il ritmo. Qualcuno rimane, ma sono tutti stremati e, sul Passo del Lume Spento, Bernal saluta dando uno scossone alla classifica generale. Un altro.
Tutti i numeri di Bernal sullo sterrato

Filippo Ganna guida Egan Bernal sul primo settore di sterrato nella tappa di Montalcino - Giro d'Italia 2021

Credit Foto Getty Images

L'abbraccio Vendrame-Bouchard dopo la vittoria

Altra tappa e altra fuga. A Bagno di Romagna non succede nulla tra i big, ma ci sono due italiani in gioco per un successo di tappa. Da una parte Andrea Vendrame e Gianluca Brambilla, dall'altra l'australiano Chris Hamilton e il neozelandese George Bennett. Italia vs Oceania. Vince Andrea Vendrame in volata su Hamilton, trovando il suo primo successo al Giro dopo il 2° posto beffa a San Martino di Castrozza, alle spalle di Chaves, nel 2019. Dopo un minuto arriva Bouchard, suo compagno di squadra; anche lui in fuga a caccia di punti per la classifica scalatori. I due si incontrano e comincia un lunghissimo abbraccio liberatorio. Vendrame è emozionato per quella tappa che aveva cercato tanto a lungo e che, finalmente, aveva trovato.

L'abbraccio tra Vendrame e Bouchard dopo la tappa di Bagno di Romagna

Credit Foto Getty Images

Finalmente Nizzolo

Parlando di corridori che da troppo tempo cercavano un successo di tappa al Giro, non possiamo non citare Giacomo Nizzolo. 11 secondi posti, 34 top 5 in carriera nella Corsa Rosa, ma mai una vittoria. E parliamo di uno che ha comunque vinto due classifica a punti al Giro, oltre a un Giro del Piemonte, una tappa alla Vuelta a Burgos e una alla Parigi-Nizza. Senza dimenticare che Nizzolo è l'attuale campione nazionale italiano e campione europeo. Ma questa tappa al Giro non voleva arrivare... Anche in questa edizione due secondi posti. Poi l'arrivo di Verona. Tutti aspettano Elia Viviani, appena nominato portabandiera dell'Italia alle prossime Olimpiadi, ma parte Affini. Bravissimo Nizzolo ad andare a prenderlo e a scavalcarlo a 20 metri del traguardo. Tutti gli altri velocisti saranno beffati, compreso un clamoroso Gaviria che fa 5° dopo essersi fatto gli ultimi 2 km senza sellino.
Nizzolo brucia l'asfalto: i numeri della volata di Verona

Giacomo Nizzolo stremato dopo la volata di Verona - Giro d'Italia 2021

Credit Foto Getty Images

La stella di Fortunato

Dalle volate alle salite. Prima vera tappa di montagna da 5 stelle, con l'arrivo dello Zoncolan. Si parte dal versante di Sutrio, ma lo spettacolo è garantito. Soprattutto se c'è un certo Bernal che domina, rispondendo a chi lo attacca con un altro scatto in faccia. Il colombiano punta addirittura alla vittoria, ma c'è qualcuno che sopravvive alla fuga. Uno di questi è Lorenzo Fortunato che ottiene il suo primo successo in carriera. Ex calciatore, diventato corridore con la passione delle salite. Aveva avuto un'occasione alla Tinkoff, ma è poi fallita. Contador però l'ha coinvolto nel progetto Eolo Kometa ed è stato proprio Fortunato a regalare alla squadra italo-spagnola la prima vittoria nel mondo del ciclismo. E che vittoria! Sullo Zoncolan.
Chi è Fortunato? L'ex bomber che Contador vuole far diventare grande

Lorenzo Fortunato esulta dopo la vittoria sullo Zoncolan - Giro d'Italia 2021

Credit Foto Getty Images

Bernal mostra la maglia rosa

La settimana si chiude con la tappa del Passo Giau. Ci doveva essere anche il Pordoi (la Cima Coppi di questa edizione), ma il suo passaggio, come quello del Fedaia, è stato annullato per maltempo. Tappa accorciata, ma non è mancato lo spettacolo. Con l'ennesimo show di Egan Bernal che ha staccato ancora tutti. All'arrivo di Cortina, è stato simbolico il momento in cui ha tolto la mantellina per mostrare al pubblico presente la maglia rosa, il simbolo della leadership. E per lui è stata la prima vittoria di tappa in un Grande Giro con la maglia di leader.
Bernal piazza il record di scalata del Giau

Egan Bernal sul traguardo di Cortina - Giro d'Italia 2021

Credit Foto Getty Images

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53