Con la cronometro di Burgos è partita la Vuelta n° 76, con Roglic che va a caccia del tris dopo aver vinto le edizioni del 2019 e del 2020. Andiamo a scoprire nel dettaglio tutti gli atleti e le loro ambizioni, ma soprattutto penalizzazioni e squalifiche operate dalla giuria (il regolamento sulle borracce è sempre attivo) e eventuali ritiri dalla gara. Sono rimasti 159 dei 184 corridori iscritti.
CHI VINCE LA VUELTA 2021?

Ritiri e abbandoni

Vuelta di Spagna
Tutte le salite della Vuelta 2021: l'Altu d'El Gamoniteiru fa paura
15/08/2021 A 03:29
-3a tappa Alexander CATAFORD (Israel Start-Up Nations): non partito per la frattura alla clavicola sinistra dopo la maxi caduta della 2a tappa;

"Che botta": prima tappa in linea e prima maxi caduta

-3a tappa Frederik FRISON (Lotto Soudal): ha abbandonato la corsa durante la terza tappa;
-7a tappa Emmanuel MORIN (Cofidis): abbandona la corsa;
-7a tappa Hugh CARTHY (Education Nippo): abbandona per una condizione fisica deficitaria anche se il suo ds parla di problema di mentalità e atteggiamento;
-7a tappa Alejandro VALVERDE (Movistar): abbandona dopo una brutta caduta in discesa in cui ha rimediato una frattura alla clavicola destra;

Valverde, che brivido! Prende una buca e va oltre il guard rail

Valverde in lacrime per il dolore: il momento in cui lascia la Vuelta

-7a tappa Óscar RODRÍGUEZ (Astana PremierTech): ha abbandonato la corsa per un problema al ginocchio sinistro in seguito a una caduta;
-7a tappa Mads WÜRTZ SCHMIDT (Israel Start-Up Nation): ha abbandonato la corsa non avendo ancora recuperato dalla caduta di Albacete;
-7a tappa Reinardt JANSE VAN RENSBURG (Qhubeka NextHash): finito fuori tempo massimo, arrivando al traguardo con un ritardo di 41'24'' dal vincitore Storer (+35'02'' era il tempo massimo);
-8a tappa Davide CIMOLAI (Israel Start-Up Nation): si ritira a causa per di una borsite al ginocchio non smaltita dppo la maxi caduta di Albacete;

Caduta disastrosa ai -11! A terra più di mezzo gruppo, anche la maglia rossa

-9a tappa Johan JACOBS (Movistar): abbandona la corsa a seguito di una caduta in discesa;
-9a tappa Jacopo GUARNIERI (Groupama-FDJ): abbandona la corsa per una condizione fisica deficitaria;
-9a tappa Sergio Roman MARTÍN (Caja Rural): abbandona la corsa;
-9a tappa Juan Sebastián MOLANO (UAE Emirates): abbandona la corsa a seguito di una caduta;
-11a tappa Jasper PHILIPSEN (Alpecin-Fenix), Alex ARANBURU (Astana), Simon CARR (EF Education Nippo)
-12a tappa Tobias BAYER (Alpecin-Fenix)
-13a tappa Maximillian SCHACHMANN (Bora-Hansgrohe), Omar FRAILE (Astana)
-14a tappa Richard CARAPAZ (INEOS)
-15a tappa Jhonatan NARVAEZ (INEOS), Jonathan CAICEDO (EF), Kiel REIJNEN (Trek Segafredo)
-16a tappa Giulio CICCONE (Trek-Segafredo), Sep VANMARCKE (Israel Start Up Nation), Rudy MOLARD (Groupama-FDJ)
-17a tappa Kenny ELISSONDE (Trek-Segafredo), Luis Leon SANCHEZ (Astana), Sander ARMEE (Qhubeka), Itamar EINHORN (Israel Start Up Nation), Mikel LANDA (Bahrain-Victorious)
-18a tappa Dylan VAN BAARLE (INEOS), Carlos VERONA (Movistar), Matthew HOLMES (Lotto Soudal), Jonathan LASTRA (Caja Rural), Diego RUBIO (Burgos)
-19a tappa Sacha MODOLO (Alpecin Fenix), Sergio HENAO (Qhubeka), Louis MEINTJES (Intermarchè)
-20a tappa Aleksandr VLASOV (Astana), OierLAZKANO (Caja Rural), Miguel Angel LOPEZ (Movistar)

Penalizzazioni e squalifiche

-2a tappa Sacha MODOLO (Alpecin Fenix): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;
-3a tappa Richard CARAPAZ (Ineos Grenadiers): penalizzazione di 20'' e 200 franchi svizzeri di multa per aver fatto rifornimento dentro gli ultimi 20 km. 1000 franchi svizzeri di multa anche al suo ds Matteo Tosatto.
-6a tappa Ben ZWIEHOFF (Bora Hansgrohe): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato una borraccia fuori dalla green zone;
-7a tappa Sepp KUSS (Jumbo Visma): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;
-7a tappa Jonathan LASTRA (Caja Rural): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;
-7a tappa Bert VAN LERBERHE (Deceuninck Quick Step): 200 franchi svizzeri di multa, 10'' di penalizzazione in classifica generale, -4 nella classifica a punti e -2 nella classifica scalatori per essersi fatto spingere dagli spettatori in salita;
-8a tappa Juan Sebastián MOLANO (UAE Emirates): declassato dal 5° al 112° posto (ultimo posto del gruppo in cui arrivato) per volata irregolare. Il corridore colombiano ha cambiato la traiettoria durante la sua volata ostacolando e mettendo in pericolo un suo avversario. Per lui anche -13 nella classifica a punti e 500 franchi svizzeri di multa;

L'Italia scopre Dainese: 2° solo a Jakobsen, rivivi la volata

-8a tappa Florian SÉNÉCHAL (Deceuninck Quick Step): 500 franchi svizzeri di multa, 30'' di penalizzazione in classifica generale e -50 nella classifica punti per aver ostruito un corridore;
-8a tappa Gorka IZAGIRRE (Astana): 500 franchi svizzeri di mula, -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato una borraccia fuori dalla green zone;
-9a tappa Sylvain MONIQUET (Lotto Soudal): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato una borraccia fuori dalla green zone;
-9a tappa Gorka IZAGIRRE (Astana PremierTech): 500 franchi svizzeri di multa per comportamento inappropriato;
-9a tappa Enric MAS (Movistar): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;
-9a tappa Dani NAVARRO (Burgos): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;
-9a tappa Dani NAVARRO (Burgos): 200 franchi svizzeri di multa, 10'' di penalizzazione in classifica generale, -4 nella classifica a punti e -4 nella classifica scalatori per essersi attaccato all'ammiraglia. 200 franchi svizzeri di multa anche per il suo ds;

Che rischio per Dainese! Deve dribblare un cane al traguardo

Jumbo Visma

1 Primoz ROGLIC
2 Koen BOUWMAN
3 Robert GESINK
4 Lennard HOFSTEDE
5 Steven KRUIJSWIJK
6 Sepp KUSS
7 Sam OOMEN
8 Nathan VAN HOOYDONCK
La squadra olandese arriva con i suoi assi per ambire al successo finale. Primoz Roglic, dopo la delusione del Tour, proverà a conquistare la sua terza Vuelta consecutiva, cosa riuscita l'ultima volta a Roberto Heras nel 2005. Potrà contare su uomini validi come Kuss, Kruijswijk, Oomen e Gesink per fare il ritmo sulle montagne. Sepp Kuss prima alternativa nel caso in cui lo sloveno non dovesse essere performante.

Roglic: "L'obiettivo è vincere di nuovo, percorso estremamente duro"

AG2R Citroën

11 Geoffrey BOUCHARD
12 Lilian CALMEJANE
13 Clément CHAMPOUSSIN
14 Mikaël CHEREL
15 Stan DEWULF
16 Nicolas PRODHOMME
17 Damien TOUZÉ
18 Clément VENTURINI
Occhi puntati su Bouchard, vincitore della classifica scalatori al Giro d'Italia. Avrà lo stesso obiettivo alla Vuelta per tentare la doppietta Giro+Vuelta nello stesso anno (classifica che aveva già vinto alla Vuelta 2019). Nuova chance per Champoussin, giovane scalatore francese che si mette alla prova per capire se un giorno sarà uomo da top 10.

Ripreso a pochi metri dal traguardo: Bouchard in lacrime

Alpecin Fenix

21 Jay VINE
22 Tobias BAYER
23 Floris DE TIER
24 Alexander KRIEGER
25 Sacha MODOLO
26 Jasper PHILIPSEN
27 Edward PLANCKAERT
28 Scott THWAITES
La professional belga non avrà a disposizione la stella van der Poel che a fine agosto sarà impegnato nei Mondiali di Mountain Bike in Val Gardena. Non ci sarà però neanche Merlier che quindi non riuscirà a fare il record di vincere almeno una tappa in tutti i Grandi Giri dopo i successi a Novara (al Giro d'Italia) e a Pontivy (al Tour de France). Per le volate ci sarà Philipsen lanciato da Modolo, per le salite Vine e Bayer.

VAN DER POEL, CADUTA PAZZESCA! L'OLANDESE RIPARTE MA POI SI RITIRA

Astana PremierTech

31 Aleksandr VLASOV
32 Alex ARANBURU
33 Omar FRAILE
34 Gorka IZAGIRRE
35 Ion IZAGIRRE
36 Yuriy NATAROV
37 Óscar RODRÍGUEZ
38 Luis León SÁNCHEZ
La squadra kazaka arriva alla Vuelta per giocarsi la vittoria in classifica con Alexander Vlasov: il russo ha sfiorato il podio al Giro, ma ha dimostrato grande solidità in salita. I fratelli Izagirre, Fraile e Luis León Sánchez avranno il compito di mantenerlo protetto in gruppo. Per le volate, invece, ci sarà il solito Aranburu.

Aranburu sulle gambe e Fraile va dritto: è campione di Spagna

Bahrain Victorious

41 Mikel LANDA
42 Yukiya ARASHIRO
43 Damiano CARUSO
44 Jack HAIG
45 Gino MÄDER
46 Mark PADUN
47 Wout POELS
48 Jan TRATNIK
Lo sfortunato ritiro al Giro ha spostato interamente le attenzioni di Mikel Landa su questa Vuelta. Al suo fianco ci sarà Poels, secondo nella classifica della maglia a pois all'ultimo Tour. Verrà aiutato anche da Mäder, Jack Haig e Tratnik. Occhio c'è anche un certo Mark Padun che all'ultimo Giro del Delfinato sembrava andasse più forte di Pogacar. E poi, il nostro Damiano Caruso che, in assenza di Landa, ha comunque tenuto alto il nome della squadra con uno storico 2° posto al Giro.

Landa: "Un piacere tornare alla Vuelta. Si farò classifica"

Bora Hansgrohe

51 Felix GROßSCHARTNER
52 Cesare BENEDETTI
53 Patrick GAMPER
54 Martin LAAS
55 Jordi MEEUS
56 Anton PALZER
57 Maximilian SCHACHMANN
58 Ben ZWIEHOFF
2 vittorie alla Parigi-Nizza fanno di Schachmann uomo da Classiche più che da Classifiche, ma il tedesco cercherà i successi di tappa con frequenza. C'è Meeus per le volate e poi l'incognita Anton Palzer, passato professionista a 28 anni. Prima cosa faceva? Sci alpinismo, ma dopo aver fatto le gran fondo, è diventato corridore. Con Roglic è andata bene...

Dallo sci alpinismo al ciclismo da prof: ecco chi è Anton Palzer

Burgos

61 Dani NAVARRO
62 Jetse BOL
63 Óscar CABEDO
64 Carlos CANAL
65 Ángel MADRAZO
66 Ander OKAMIKA
67 Diego RUBIO
68 Pelayo SÁNCHEZ
La Professional spagnola è tra le invitate alla corsa di casa. Ángel Madrazo ha vinto la tappa all'Observatorio Astrofísico de Javalambre nel 2019 e ci riproverà ancora. Dani Navarro, ex gregario di Contador, provò a mettersi in proprio ma senza successi nei Grandi Giri. Proverà almeno a conquistare una tappa.

Caja Rural

71 Jonathan LASTRA
72 Jon ABERASTURI
73 Julen AMEZQUETA
74 Aritz BAGÜES
75 Jefferson Alveiro CEPEDA
76 Álvaro CUADROS
77 Oier LAZKANO
78 Sergio Román MARTÍN
La Caja Rural è la seconda professional del gruppo e proverà a farsi valere in volata con Aberasturi che ha già vinto al Giro di Slovenia in questa stagione. Jonathan Lastra sarà l'uomo forte in salita.

Cofidis

81 Guillaume MARTIN
82 Piet ALLEGAERT
83 Fernando BARCELÓ
84 Eddy FINÉ
85 Jesús HERRADA
86 José HERRADA
87 Emmanuel MORIN
88 Rémy ROCHAS
I francesi hanno lavorato per un buon piazzamento nella generale al Tour con Guillaume Martin (8°) che sarà presente anche alla Vuelta per cercare qualcosa di più. Jesús Herrada può essere una mina vagante, lui che ha già vinto nella corsa di casa.
Premium
Ciclismo

Guillaume Martin fa il vuoto: rivivi il suo arrivo

00:01:49

Deceuninck Quick Step

91 Fabio JAKOBSEN
92 Andrea BAGIOLI
93 Josef CERNY
94 James KNOX
95 Florian SÉNÉCHAL
96 Zdenek STYBAR
97 Bert VAN LERBERGHE
98 Mauri VANSEVENANT
Il Wolfpack arriva senza pressioni a questa Vuelta e imposta una squadra in funzione di Jakobsen che vuole ritornare sui suoi livelli dopo il tremendo incidente al Giro di Polonia 2020. Da non sottovalutare anche Sénéchal, secondo alla Gent-Wevelgem dello scorso anno. Knox e Vansevenant saranno attaccanti per le tappe di montagna, e poi occhio al nostro Andrea Bagioli, anche lui a caccia di vittorie. È stato uno dei pochi a battere Roglic nel 2020.

Andrea Bagioli incredulo vince la 1a tappa del Tour de l’Ain, Roglic secondo

Education Nippo

101 Hugh CARTHY
102 Jonathan CAICEDO
103 Diego Andrés CAMARGO
104 Simon CARR
105 Lawson CRADDOCK
106 Jens KEUKELEIRE
107 Magnus CORT NIELSEN
108 Tom SCULLY
Niente Vuelta per Rigoberto Uran che sperava di riscattarsi dopo il 10° posto del Tour de France. Si va tutti per Hugh Carthy, già 3° alla Vuelta dello scorso anno (con tanto di vittoria di tappa sull'Angliru). Al suo fianco, in salita, Caicedo, Carr e Craddock. Cort Nielsen e Keukeleire lavoreranno per le volate.

L'Angliru è di Carthy! Rivivi il suo arrivo

Euskaltel Euskadi

111 Mikel BIZKARRA
112 Xabier Mikel AZPARREN
113 Joan BOU
114 Mikel ITURRIA
115 Juan José LOBATO
116 Gotzon MARTÍN
117 Luis Ángel MATÉ
118 Antonio Jesús SOTO
La professional basca si affida al capitano Luis Ángel Maté per ottenere qualche risultato di prestigio. Ad inizio carriera aveva provato a fare classifica ma senza troppo successo, in questa stagione si è fatto notare con un 6° posto al Volta a la Comunitat Valenciana.

Antonio Soto piazza la zampata: rivivi il suo arrivo in solitaria

Groupama-FDJ

121 Arnaud DÉMARE
122 Kevin GENIETS
123 Jacopo GUARNIERI
124 Olivier LE GAC
125 Tobias LUDVIGSSON
126 Rudy MOLARD
127 Anthony ROUX
128 Ramon SINKELDAM
Démare partecipa alla Vuelta per la prima volta per arrotondare le sue statistiche nei Grandi Giri: 5 vittoire di tappa al Giro e 2 al Tour per il conquistatore della Sanremo 2016. La Groupama-FDJ sarà come al solito al suo servizio per l'assalto alle volate, con Ludvigsson, Sinkeldam e Guarnieri elementi del suo treno. Geniets uomo forte per le fughe.

A Valencia vince ancora Démare: rivivi la volata

Ineos Grenadiers

131 Egan BERNAL
132 Richard CARAPAZ
133 Jhonatan NARVÁEZ
134 Thomas PIDCOCK
135 Salvatore PUCCIO
136 Pavel SIVAKOV
137 Dylan VAN BAARLE
138 Adam YATES
Una squadra, almeno sulla carta, esagerata. La Ineos si concentra sulle montagne e porta una squadra di corridori che presi singolarmente potrebbero essere capitani in qualsiasi altro team: Pidcock (campione olimpico di MTB), Adam Yates (un quarto posto al Tour), Bernal (vincitore al Tour e al Giro), Carapaz (campione olimpico) e Sivakov (vincitore di un Tour of the Alps). Il capitano sarà Bernal, ma in caso di necessità il piano b non sarà difficile da trovare. Grande escluso però Daniel Martínez a causa della sua condizione fisica.

Dall'Androni alla vittoria del Giro: la scalata al potere di Bernal

Intermarché-Wanty Gobert

141 Louis MEINTJES
142 Christian Odd EIKING
143 Jan HIRT
144 Wesley KREDER
145 Riccardo MINALI
146 Simone PETILLI
147 Rein TAARAMÄE
148 Kévin VAN MELSEN
Meintjes punterà l'ennesima classifica dopo essere entrato nella top 15 al Tour, Hirt e Taaramäe valide alternative per cercare le vittorie di tappa da "attaccanti". Anche due italiani in corsa, ci sono Simone Petilli per le fughe e Riccardo Minali per le volate.

Israel Start-Up Nation

151 Sep VANMARCKE
152 Sebastian BERWICK
153 Alexander CATAFORD
154 Davide CIMOLAI
155 Itamar EINHORN
156 Guy NIV
157 James PICCOLI
158 Mads WÜRTZ SCHMIDT
Doveva esserci Chris Froome, alla prima occasione per misurarsi in una classifica da leader, ma la Israel ha deciso per una formazione più volta alla caccia di tappe. Così sarà per Vanmarcke, Würtz Schmidt e Cimolai. Einhorn interessante prospetto per le volate, Berwick per le tappe di montagna.

Arriva la fuga, vince Wurtz Schmidt: gruppo a oltre un minuto

Lotto Soudal

161 Andreas KRON
162 Steff CRAS
163 Frederik FRISON
164 Matthew HOLMES
165 Sylvain MONIQUET
166 Maxim VAN GILS
167 Harm VANHOUCKE
168 Florian VERMEERSCH
Niente da fare per Caleb Ewan che non riesce a recuperare per tempo dopo l'infortunio alla terza tappa del Tour de France. Senza lo sprinter australiano, la Lotto Soudal cambia totalmente strategia puntando più sulle fughe importanti con Vanhoucke e Holmes. Ci sarà comunque Kron a fare le volate.

Volata irregolare di Rui Costa: la VAR dà la vittoria a Kron

Movistar

171 Enric MAS
172 Imanol ERVITI
173 Johan JACOBS
174 Miguel Ángel LÓPEZ
175 Nelson OLIVEIRA
176 José Joaquín ROJAS
177 Alejandro VALVERDE
178 Carlos VERONA
Miguel Ángel López è reduce da un Tour de France da comparsa, passato all'ombra di Enric Mas. Alla Vuelta, López, ha già un terzo posto in bacheca e insieme al veterano Valverde tenterà di movimentare la corsa. Chi farà davvero classifica? Si potrà puntare ad un obiettivo importante?

Mas perde la testa! Casco per terra e pugno all'ammiraglia

BikeExchange

181 Michael MATTHEWS
182 Lucas HAMILTON
183 Damien HOWSON
184 Luka MEZGEC
185 Mikel NIEVE
186 Nick SCHULTZ
187 Robert STANNARD
188 Andrey ZEITS
Si punta alle volate con Matthews che ha conteso a Mark Cavendish la maglia verde del Tour fino all'ultima tappa. Lucas Hamilton sarà l'uomo per le classifica, con l'australiano promosso dopo la defezione di Chaves. La BikeExchange lo ha depennato dopo la firma del colombiano con l'Education Nippo.

De Gendt fa i dispetti, ma è Matthews a vincere lo sprint

DSM

191 Romain BARDET
192 Thymen ARENSMAN
193 Alberto DAINESE
194 Nico DENZ
195 Chad HAGA
196 Chris HAMILTON
197 Michael STORER
198 Martijn TUSVELD
La DSM schiera un team in supporto di Bardet che vuole migliorare il 7° posto dell'ultimo Giro d'Italia. Il francese è uno degli outsider più accreditati per il podio. Non c'è Hindley in appoggio, ha appena firmato per un'altra squadra ed è stato quindi escluso per la Vuelta... Al suo fianco di Bardet ci saranno però Storer e Chris Hamilton che proveranno a spingerlo in salita.

Bardet sorpreso: "Ah sono arrivato 2°? Ottimo allora"

Qhubeka NextHash

201 Fabio ARU
202 Sander ARMÉE
203 Connor BROWN
204 Dimitri CLAEYS
205 Sergio HENAO
206 Reinardt JANSE VAN RENSBURG
207 Bert-Jan LINDEMAN
208 Dylan SUNDERLAND
Vecchi ricordi per Fabio Aru che esplose alla Vuelta 2014 (poi vinta nel 2015) dove colse due successi di tappa. Un'incognita il corridore sardo che non conclude un Grande Giro dal 2019. Niente da fare per Domenico Pozzovivo che si è fratturato il ginocchio alla Vuelta a Burgos, corsa di avvicinamento proprio alla Vuelta, sostituito da Sergio Henao.

Ajò! Ajò! Quando Aru vinse la Vuelta facendo impazzire Magrini

Trek Segafredo

211 Giulio CICCONE
212 Gianluca BRAMBILLA
213 Kenny ELISSONDE
214 Alex KIRSCH
215 Juan Pedro LÓPEZ
216 Antonio NIBALI
217 Kiel REIJNEN
218 Quinn SIMMONS
La punta è sicuramente Giulio Ciccone che sarà di fronte alla prima vera chanche di un podio in un Grande Giro. Al suo fianco Brambilla, Elissonde, Simmons e Juan Pedro López.

Ciccone e Nibali ci provano: l'attacco sull'ultima salita

UAE Emirates

221 David DE LA CRUZ
222 Joe DOMBROWSKI
223 Ryan GIBBONS
224 Rafal MAJKA
225 Juan Sebastián MOLANO
226 Rui OLIVEIRA
227 Jan POLANC
228 Matteo TRENTIN
Il team arriva dalla vittoria del Tour de France con Pogacar e porta in Spagna uno degli uomini decisivi di quel successo: Majka. Ci sarà anche Matteo Trentin che cercherà di replicare il poker di vittorie del 2017, anche se la concorrenza sugli sprint è notevole, a partire dal suo compagno di squadra Molano. Il vero obiettivo dell'atleta di Borgo Valsugana sarà quello di preparare il Mondiale di Leuven dove potrà essere uno dei favoriti. E Pogacar? Lo sloveno era esausto dopo l'intensa stagione e ha deciso di rinviare a data da destinarsi il tentativo di doppietta Tour+Vuelta. Per la classifica dovrebbe provarci lo spagnolo de la Cruz.

Matteo Trentin senza paura: attacca ai -27

Vuelta di Spagna
Fabio Aru, la decisione è presa: si ritirerà dopo la Vuelta
12/08/2021 A 13:40
Vuelta di Spagna
Vuelta 2021, da Burgos a Santiago: percorso e guida completa
11/08/2021 A 03:47