Dalla Coppa d'Africa abbiamo avuto e avremo tante storie affascinanti ma, a volte, anche qualche storia negativa. Non parliamo del caso dell'arbitro Janny Sikazwe, con la Tunisia che attende di conoscere il verdetto finale dopo i fattacci della partita contro il Mali. Ma parliamo della vigilia di Senegal-Guinea, vissuta in clima di ansia nel ritiro dei senegalesi. Nonostante l'1-0 sullo Zimbabwe al debutto, e la possibilità di passare il turno in caso di successo sulla Guinea, in giornata si è registrato il caso Koulibaly. Il centrale del Napoli ha infatti minacciato di lasciare immediatamente la Coppa d'Africa, come rivela l'edizione odierna di Record, se non avesse avuto la possibilità di fare un tampone. Koulibaly che, infatti, aveva saltato proprio la prima giornata a causa della sua positività al covid, ma voleva a tutti i costi effettuare un tampone per 'ufficializzare' la sua negatività ed essere della partita contro la Guinea.
Calendario, risultati e highlights | Gli italiani convocati e le partite che salteranno in A | Il montepremi |
CHI VINCE LA COPPA D'AFRICA?
Coppa d'Africa
Da Touré a Drogba, passando per Eto'o: la top 11 di sempre
07/01/2022 A 19:30

Il presidente della Federcalcio che ha bloccato Koulibaly

È dovuto intervenire il presidente della Federcalcio senegalese, Augustin Senghor, per fermare Koulibaly che sembrava davvero intenzionato a lasciare il ritiro della Nazionale. Il difensore si era sottoposto ad un tampone nella giornata di mercoledì 12 gennaio, 48 ore prima della partita, come da protocollo, ma risultava ancora positivo e quindi inutilizzabile dal ct Aliou Cissé per la gara contro la Guinea. Koulibaly, asintomatico, ha chiesto un ulteriore tampone nella mattinata di giovedì 13 gennaio, con i medici della CAF che si sono però rifiutati. Da lì lo sfogo e la minaccia di dire addio. E, dopo un colloquio con il ct Cissé, è dovuto entrare in azione proprio Senghor per non perdere il capitano ancor prima che la competizioni entri nel vivo.
https://i.eurosport.com/2022/01/13/3287737.jpg

Ma il protocollo è questo: tamponi ogni due giorni

Questa però è la procedura della Coppa d'Africa. In caso di positività al covid, un giocatore - per avere poi l'attestato di negatività - potrà effettuare un tampone ogni due giorni. Avendolo fatto 48 ore prima dell'incontro, non poteva richiederne un altro 24 ore dopo. I medici della CAF si sono attenuti al protocollo vigente e nessun altro interverrà a favore di Koulibaly.

Senegal-Zimbabwe 1-0: gli highlights

Dove vedere la Coppa d'Africa in diretta tv e live-streaming

Tutte le 52 partite di Coppa d'Africa sono trasmesse in diretta e in esclusiva in live-streaming su Discovery+ (SCOPRI L'OFFERTA), il nuovo servizio ott di Discovery con tutto il meglio dell’intrattenimento e della programmazione sportiva di Eurosport. Tutta la Coppa d'Africa sarà visibile anche sulle piattaforme Eurosport Player, TIMVision e Amazon Prime Video Channel. Le gare saranno anche disponibili On Demand su Eurosport Player e Discovery+.

Follia totale dell'arbitro: fischia la fine a 89'43''! Furia Tunisia!

Coppa d'Africa
Da Queiroz a Beaumelle: le storie di tutti i ct della Coppa d'Africa
30/11/2021 A 14:32
Coppa d'Africa
Fennec, Leoni Indomabili & gli altri soprannomi in Coppa d'Africa
22/11/2021 A 15:45