Dopo la lunga sosta estiva la Formula 1 torna nel vivo con il GP del Belgio. La gara sull’iconico tracciato di Spa-Francorchamps è caratterizzata dalle numerose penalità in griglia di partenza che hanno colpito, tra gli altri, anche i primi due del Mondiale. Sulle monoposto di Verstappen e Leclerc è stata sostituita la power unit con una più “fresca” in vista degli appuntamenti da qui a Monza che segnano il crocevia della stagione, superando però il limite consentito nell’intera annata e costringendo i due piloti alla risalita dal basso dello schieramento su un circuito che offre maggiori opportunità di rimonta. Li vedremo scattare in settima fila con Max Verstappen 14° davanti a Leclerc 15° per effetto dei risultati delle qualifiche, che hanno visto l’olandese più veloce del suo inseguitore in campionato della Ferrari e degli altri quattro piloti incappati nella stessa situazione (Ocon, Norris, Zhou e Mick Schumacher, a cui si è aggiunto Tsunoda che parte dalla pit lane).
Leclerc è quindi chiamato nella difficilissima impresa di compiere una rimonta migliore rispetto al leader del Mondiale, cercando di diminuire il divario in classifica rispetto agli 80 punti prima del via. Ma la buona notizia per il Cavallino rampante è la partenza dalla pole position di Carlos Sainz, che si giocherà la vittoria contro l’altra Red Bull di Sergio Perez. Semafori verdi alle ore 15:00, di seguito tutti gli aggiornamenti in DIRETTA SCRITTA della gara.

Audi entra in F1: "Le corse sono il nostro DNA, vogliamo vincere anche qui"

GP Belgio
Team radio Leclerc: "Non rischierei". Ma viene richiamato ai box...
29/08/2022 ALLE 09:54
Link utili:

Risultati GP Belgio

1° VERSTAPPEN (RED BULL)
2° PEREZ (RED BULL)
3° SAINZ (FERRARI)
4° RUSSELL (MERCEDES)
5° ALONSO (ALPINE)
6° LECLERC (FERRARI)*
7° OCON (ALPINE)
8° VETTEL (ASTON MARTIN)
9° GASLY (ALPHA TAURI)
10° ALBON (WILLIAMS)
11° STROLL (ASTON MARTIN)
12° NORRIS (MCLAREN)
13° TSUNODA (ALPHA TAURI)
14° ZHOU (ALFA ROMEO)
15° RICCIARDO (MCLAREN)
16° MAGNUSSEN (HAAS)
17° SCHUMACHER (HAAS)
18° LATIFI (WILLIAMS)
RITIRATI:
BOTTAS (ALFA ROMEO)
HAMILTON (MERCEDES)
*5" penalità per aver superato il limite di velocità in pit-lane

IL LIVE-BLOGGING DELLA GARA DEL GP BELGIO

END - LECLERC DECLASSATO IN SESTA POSIZIONE! Supera il limite di velocità in pit lane (presumibilmente all'ultima, quasi inutile, sosta), 5" secondi di penalità che fanno scalare il monegasco dietro anche ad Alonso.
END - MAX VERSTAPPEN CONQUISTA LA VITTORIA A SPA DOPO UNA FOLLE RIMONTA, DA 14° A 1°! Nona vittoria stagionale per il campione del mondo e doppietta Red Bull con Perez. Ancora una volta annichilita la Ferrari: terzo Sainz che partiva dalla pole, quinto posto per un più sfortunato sfortunato Leclerc alle spalle di Russell.
GIRO 44/44 - Controsorpasso di Leclerc, torna in quinta posizione. Si complica leggermente la vita la Ferrari.
GIRO 43/44 - LECLERC ENTRA AI BOX ALLA PENULTIMA TORNATA! Il monegasco prova il giro veloce all'ultimo giro ma esce in battaglia con Alonso che lo supera.
GIRO 40/44 - Cinque giri alla fine, il gap tra Sainz e Russell cresce leggermente. Può essere podio Ferrari con Leclerc 5° dopo una rimonta di dieci posizioni, ma si tratterebbe comunque di un risultato sotto le aspettative.
GIRO 38/44 - Situazione abbastanza delineata in questo momeno. Verstappen domina la gara dopo la rimonta furibonda completata in soli dodici giri, poi l'altra Red Bull di Perez. Terzo Sainz, che ha due secondi di vantaggio su Russell, quindi Leclerc 5°. Ritorna in top-10 Albon (10°).
GIRO 35/44 - Bellissima battaglia tra l'Eau Rouge-Raidillon e il rettilineo Kemmel per il settimo posto. Doppio sorpasso straordinario di Ocon, che si beve sul dritto Vettel alle prese con l'attacco ai danni di Gasly. La situazione: 6° Alonso, 7° Ocon, 8° Vettel, 9° Gasly
GIRO 34/44 - Vettel costretto a rientrare ai box, scivola in ottava posizione dietro ad Alonso e Gasly, quest'ultimo partiva dalla pit lane.
GIRO 33/44 - Verstappen continua a fare quello che vuole realizzando il nuovo miglior giro della corsa. Ha un margine superiore ai dieci secondi sul compagno di team Perez e quasi venti secondi rispetto a Sainz. Leclerc è 5° a +39"5, lontano da Russell che lo precede.
GIRO 31/44 - Altro bel sorpasso di Leclerc, stavolta ai danni dell'ex compagno di squadra Vettel. Da segnalare comunque la gran gara del tedesco, in sesta posizione con una sola sosta mantenendo ancora un buon passo gara.
GIRO 29/44 - C'è il pit stop anche per Russell, che torna dietro a Sainz. Lo spagnolo è di nuovo terzo alle spalle delle due Red Bull.
GIRO 29/44 - Leclerc scavalca Ocon e sale in sesta posizione. Ora c'è Vettel nel mirino per tornare quinto, ma più di così sembra che non si possa fare.
GIRO 28/44 - Seconda sosta per Perez, che perde una posizione nei confronti di Russell ma riesce a stare davanti a Sainz. Red Bull impeccabile anche oggi nella strategia.
GIRO 26/44 - DOPPIO PIT STOP PER LE FERRARI! Gomme hard sulla monoposto di Sainz, medie invece per Leclerc. Lo spagnolo è quarto, il monegasco è settimo e riesce a stare davanti al treno di Albon e gli altri che lo avrebbero rallentato.
GIRO 25/44 - Leclerc in difficoltà con le gomme, paga incredibilmente 13"7 di ritardo da Russell (4°). E il divario cresce inesorabilmente, con il pilota della Mercedes che può avere nel mirino l'altra Ferrari di Sainz.
GIRO 23/44 - Superata la metà gara, vediamo la top-10: 1° Verstappen, 2° Perez (+8"), 3° Sainz (+11"), 4° Russell, 5° Leclerc (+29.2"), 6° Alonso, 7° Vettel, 8° Ocon, 9° Albon, 10° Ricciardo. Gli unici ritirati sono Bottas e Hamilton dopo gli incidenti nei primi due giri.
GIRO 21/44 - Sainz non riesce a difendersi su Perez, arriva il sorpasso del messicano per il 2° posto. Di nuovo doppietta provvisoria Red Bull, Ferrari già sul punto di resa.
GIRO 20/44 - Da segnalare intanto a metà classifica anche la scalata di Ocon. Il francese dell'Alpine è già ottavo e ha Vettel nel mirino per poi trovarsi alle spalle del compagno di squadra Alonso.
GIRO 18/44 - Verstappen si riprende il comando della gara ai danni di Sainz! In due giri chiude il buco e svernicia la rossa dello spagnolo al Kemmel. Superiorità disarmante dell'olandese, sta facendo un altro sport.
GIRO 16/44 - VERSTAPPEN AI BOX E SAINZ TORNA IN TESTA AL GP! L'olandese riparte in seconda posizione coperto da Perez. Leclerc comincia a patire di già il degrado delle gomme e viene attaccato da Russell, scivolando in quinta piazza.
GIRO 15/44 - PIT STOP PEREZ! Esce appena davanti a Leclerc, ci prova Charles a Les Combes ma il messicano gli chiude la porta. Il podio provvisorio ora è Verstappen, Sainz, Perez.
GIRO 14/44 - Sta passando sottotraccia, ma è incredibile anche la rimonta di Charles Leclerc nonostante sia arrivata un po' più tardi rispetto al rivale in campionato, fermato da un pit stop "obbligato". Il monegasco della Ferrari è quinto tra le due Aston Martin che non si sono ancora fermate per il cambio gomme.
GIRO 13/44 - In una tornata e mezzo Verstappen ha rifilato quasi tre secondi al suo compagno di squadra. Sainz invece supera Vettel all'ultima chicane e risale in terza posizione per l'ingresso ai box di Russell.
GIRO 12/44 - Bastano soltanto dodici giri questa volta a Verstappen per portarsi in testa alla corsa. Dentro su Perez alla staccata alla fine del Kemmel. Sainz è uscito in quinta posizione, Leclerc è in zona punti.
GIRO 11/44 - SAINZ ENTRA AI BOX PER IL CAMBIO GOMME. Ora è doppietta Red Bull al comando.
GIRO 10/44 - Altre due posizioni recuperate per Charles Leclerc: scavalcati Zhou e Magnussen, ora il monegasco è 12°.
GIRO 10/44 - Sainz lamenta problemi di degrado gomme. Intanto Verstappen è il più veloce in pista al momento, si sta avvicinando al compagno di squadra Perez, secondo.
GIRO 9/44 - IN-CRE-DI-BI-LE VERSTAPPEN! Da 14° a 3°, superato con enorme facilità Russell sul rettilineo del Kemmel. Leclerc passa le Alpha Tauri di Gasly e Tsunoda e sale al 14° posto.
GIRO 8/44 - E si beve pure Alonso! Verstappen è già in odore di zona podio dopo soli otto giri.
GIRO 7/44 - Verstappen indemondiato. È già quinto dopo aver scavalcato Vettel alla chicane del bus stop.
GIRO 6/44 - Primi attimi di "respiro" dopo cinque giri in cui è successo veramente di tutto. Sainz già sopra al secondo di vantaggio su Perez; Verstappen guadagna due posizioni in un giro ed è già 6°! Leclerc supera Latifi e sale 16°.
GIRO 5/44 - SI RIPARTE! Cerchiamo di fare subito ordine: Sainz al comando, poi Perez, Russell, Alonso, Vettel, Ricciardo, Albon e Verstappen 8°. Leclerc è già entrato ai box e si trova 17°. Out Hamilton e Bottas.
GIRO 4/44 - Che sfortuna per Leclerc! È dovuto entrare per una visiera a strappo entrata nella presa dei freni!
GIRO 4/44 - Leclerc lamenta qualche provlema all'anteriore destra in team radio. Entra ai box per montare gomme medie e deve ricostruire la rimonta dalla diciassettesima piazza.
GIRO 2/44 - Hamilton costretto a parcheggiare la macchina. Fumo bianco fuori dal posteriore dopo aver tamponato Alonso a Les Combes al primo giro. RITIRO PER LEWIS, si ferma una striscia di sei podi consecutivi a Spa e cinque top-3 di fila nel 2022.

Lewis Hamilton parcheggia la sua Mercedes dopo il contatto con l'Alpine di Fernando Alonso

Credit Foto Twitter

GIRO 2/44 - E C'È PURE UN CONTATTO TRA LATIFI E BOTTAS! Il canadese della Williams mette le gomme sulla ghiaia, va in testacoda e colpisce il finlandese dell'Alfa Romeo, che si deve ritirare. SAFETY CAR
GIRO 1/44 - SUBITO BAGARRE TRA VERSTAPPEN E LECLERC! L'olandese resta davanti, sono già saliti in nona e decima posizione.
GIRO 1/44 - HAMILTON E ALONSO SI TOCCANO! L'inglese sembra aver avuto la peggio
GIRO 1/44 - PARTITI! Sainz mantiene il comando, scatta malissimo Perez che si fa infilare da Alonso (2°) e Hamilton (3°).
15.00 - Inizia il giro di ricognizione senza Gasly quindi. Gomme soft per Sainz (usate), Verstappen e Leclerc. Tutti gli altri con le medie tranne Tsunoda con le hard.
14.57 - PROBLEMI PER GASLY PRIMA DEL GIRO DI FORMAZIONE! La vettura è stata portata in pit lane. Comincia nel peggiore dei modi il GP dell'Alpha Tauri, anche Tsunoda parte dai box.
14.52 - Ripercorriamo il circuito di Spa poco prima della partenza. 7 chilometri (il tracciato più lungo in calendario) e 19 curve da percorrere per 44 giri. La novità di quest'anno è la Eau Rouge (seconda e terza curva), modificata per motivi di sicurezza ma da percorrere comunque a gas spalancato.
14.48 - Quattro vincitori diversi nelle precedenti quattro edizioni del GP del Belgio. Lo scorso anno la contestatissima vittoria di Verstappen in una corsa di pochissimi giri per la pioggia, nel 2020 Hamilton conquistò il successo numero 4 su questo tracciato, nel 2019 la prima in carriera di Leclerc a bordo della Ferrari e nel 2018 il trionfo di Vettel sempre con la rossa. Vedremo se uno tra Sainz o Perez diventerà il quinto vincitore diverso consecutivo.

Il sorpasso di Hakkinen a Schumi, numeri e curiosità: il GP del Belgio in 2'

14.42 - L'altra notizia a pochi minuti dall'inizio della gara è che ci sarà un GP nell'Università della Formula 1 anche nel 2023.
14.33 - Sarà una gara sotto al sole e all'asciutto sul circuito di Spa. Le temperature sono aumentate rispetto alle qualifiche, una buona notizia per la Ferrari che ieri sembrava pagare molto dalla Red Bull (lo ha dimostrato Verstappen, sei decimi più veloce di Sainz).
14.29 - Tanto movimento ai box dopo l'apertura della pit lane. Mick Schumacher è stato richiamato dal muretto per una modifica all'ala anteriore. Pare che anche Ocon si sia dovuto fermare ai box durante i giri di schieramento. Li ritroviamo comunque tutti in griglia di partenza.
14.25 - Altro tema della sfida dal basso tra Verstappen e Leclerc riguarda le gomme a disposizione. Nelle qualifiche di ieri la Ferrari ha fatto utilizzare per errore una mescola soft in più al monegasco. Vedremo quale sarà la strategia del muretto rosso per cercare di guadagnare più posizioni possibili e chiudere davanti al leader del Mondiale.
14.20 - Il circuito di Spa ha generalmente permesso grandi rimonte grazie alla lunghezza del tracciato e ogni tanto alla variabile meteo. Nel 1995 ad esempio Michael Schumacher riuscì a trionfare partendo dalla 16ª casella, la stessa posizione in cui si è "qualificato" ieri Charles Leclerc (partirà però 15°).
14.15 - Sarà una gara di rimonta per i primi due del Mondiale, Verstappen e Leclerc. Avremmo dovuto trovarli fianco a fianco in terzultima fila, ma la partenza dalla pit lane di Tsunoda permette loro di scalare di una positione in griglia.
14.10 - Meno di un'ora al via della corsa, vetture pronte ad entrare in pista per schierarsi in una griglia di partenza scombussolata dalle penalità. Ricordiamo che c'è una Ferrari che parte davanti a tutti con Carlos Sainz dalla pole position affiancato dalla Red Bull di Sergio Perez.

Leclerc-Verstappen, le tappe del dualismo che infiamma la nuova F1

La griglia di partenza

1° SAINZ (FERRARI)
2° PEREZ (RED BULL)
3° ALONSO (ALPINE)
4° HAMILTON (MERCEDES)
5° RUSSELL (MERCEDES)
6° ALBON (WILLIAMS)
7° RICCIARDO (MCLAREN)
8° GASLY (ALPHA TAURI)
9° STROLL (ASTON MARTIN)
10° VETTEL (ASTON MARTIN)
11° LATIFI (WILLIAMS)
12° MAGNUSSEN (HAAS)
13° BOTTAS (ALFA ROMEO)*
14° VERSTAPPEN (RED BULL)**
15° LECLERC (FERRARI)**
16° OCON (ALPINE)**
17° NORRIS (MCLAREN)**
18° ZHOU (ALFA ROMEO)**
19° SCHUMACHER (HAAS)**
PIT LANE: TSUNODA (ALPHA TAURI)
*penalizzato per sostituzione componenti motore e trasmissione, ma parte davanti agli altri piloti in fondo griglia perché solamente 15 di queste sono legate agli elementi della power unit
**parte dal fondo della griglia per sostituzione power unit

Tsunoda parte dalla pit lane

L'ultimo stravolgimeno nella griglia di partenza è dettato dalle modifiche all'Apha Tauri di Tsunoda in regime di parco chiuso (anche per lui sostituzione di alcuni elementi della power unit), per questo il giapponese scatterà dalla pit lane. Verstappen, Leclerc e tutti gli altri guadagnano una casella, ora l'olandese parte dalla settima fila, mentre il ferrarista sale dalla quindicesima piazzola.

Perché Verstappen, Leclerc e altri cinque piloti partono in fondo alla griglia di partenza

Max Verstappen, Charles Leclerc, Esteban Ocon, Lando Norris, Mick Schumacher, Guanyu Zhou e Valtteri Bottas hanno ricevuto una penalità di almeno 15 posizioni nello schieramento per la sostituzione di alcuni elementi della power unit e della trasmissione nella propria monoposto, superando il limite stagionale consentito. C’è chi, come Verstappen, ha deciso di sostituire l’intero pacchetto e chi, come Leclerc, ha cambiato soltanto alcune componenti, sommando però tante penalità insieme. Da regolamento, una penalità complessiva superiore alle 15 posizioni viene mutata direttamente in partenza dal fondo della griglia. Nonostante le 20 posizioni di penalità da scontare, Bottas parte davanti a questo gruppetto di piloti perché 15 di queste sono legate agli elementi della power unit, meno di tutti gli altri. Per gli altri sei vale il piazzamento delle qualifiche. Perciò troviamo Verstappen in 15ª casella, Leclerc in 16ª e via via tutti gli altri

Hamilton, Verstappen, Leclerc: chi guadagna di più? Tutti gli ingaggi

GP Belgio
Leclerc sconsolato: "La Red Bull è di un altro pianeta"
29/08/2022 ALLE 09:07
GP Belgio
La differenza fra Ferrari e Red Bull è Verstappen: il talento diventato dominatore
29/08/2022 ALLE 07:07