Ci siamo! È il momento della verità al Giro d'Italia, con la tappa regina di questa edizione che presenta i GPM di Crosetta, Fedaia, Pordoi (la Cima Coppi di questa edizione) e il Giau. Chi vuole la maglia rosa si faccia avanti anche se finora c'è stato il dominio incontrastato di Egan Bernal. Qualcuno potrà davvero scalzarlo dal trono?
Segui la DIRETTA scritta della 16a tappa
Tutte le classifiche dopo la 15a tappa
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
BERNAL PADRONE: GIRO D'ITALIA GIÀ FINITO?

Il percorso della 16a tappa

È la tappa regina di questo Giro d'Italia, con 5700 metri di dislivello in 212 km e, soprattutto, il Passo Pordoi che sarà la Cima Coppi. La cima più alta di questa edizione, con i suoi 2239 metri di altezza. Si comincia subito a salire con il GPM di 1a categoria della Crosetta (1118), poi Passo Fedaia di 1a categoria (2057) - che consegnò la maglia rosa a Pantani nel 1998 - e il Passo Pordoi partendo da Canazei (in palio punti dubbi per chi cerca la vittoria nella classifica scalatori). Non finisce qui perché dopo una dura discesa, si scalerà anche il Passo Giau (2233). Scollinamento a 17,5 km dal traguardo, poi discesa molto tecnica fino al traguardo di Cortina d'Ampezzo (città olimpica del 2026). Ai -1,5 km, superato il ponte sul Boite, la strada riprende a salire con pendenze "dolci" a massimo il 5%. Chi vuole vincere il Giro si faccia avanti.
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115783.jpg
GPM e pendenze:
-La Crosetta di 1a categoria (a quota 1118 metri) - salita di 11,6 km al 7,1%, max 11%;
-Passo Fedaia di 1a categoria (a quota 2057 metri) - salita di 14 km al 7,6%, max 18%;
-Passo Pordoi "Cima Coppi" (a quota 2239 metri) - salita di 11,8 km al 6,8%, max 10%;
-Passo Giau di 1a categoria (a quota 2233 metri) - salita di 9,9 km al 9,3%, max 14%;

Bernal: "Devo pensare a recuperare, mi dispiace per Buchmann"

Programmazione televisiva

Per seguire il Giro d'Italia basterà accendere la tv e sintonizzarsi sui canali di Eurosport. Tutte le tappe del Giro saranno in Diretta su Eurosport 1 (Canale 210 di Sky) - visibile anche per gli abbonati a DAZN e Tim Vision - con il commento di Luca Gregorio e Riccardo Magrini. Il live streaming delle tappe sarà visibile invece su Eurosport Player (guarda tutti i pacchetti a disposizione) con tanti contenuti in più, tra cui la possibilità di gustarsi le tappe in live integrali e senza pubblicità. Inoltre, il Giro d'Italia sarà visibile On Demand su Eurosport Player e in streaming anche sul sito Eurosport.it e sull'App di Disocvery+ (scopri l'offerta bomba per il Giro).

Giro 2021, tappa 16: Sacile-Cortina d'Ampezzo, percorso in 3D

I favoriti della 16a tappa

I favoriti, anche secondo le quote degli scommettitori, sono gli stessi che si sono sfidati sullo Zoncolan. Egan Bernal che ha dimostrato tutto il suo strapotere sulle salite scalate finora, e Simon Yates che ha dimostrato di essere ancora in partita. Il colombiano potrebbe anche giocare in difesa fino al Pordoi, per poi schierare l'intera squadra sulla salita più dura di giornata. Il britannico dovrà invece farà corsa dura già dal primo GPM. L'approccio alla tappa sarà decisivo. Non è neanche quotato, ma vogliamo comunque aggiungerlo nella lista. Crediamo ancora in Aleksandr Vlasov che, nonostante sia stato lo sconfitto dello Zoncolan, ha ancora delle carte da giocarsi per riaprire il Giro. Degli altri uomini di classifica, chi sarà più pimpante? Hugh Carthy e Bardet non ci hanno stupito positivamente in queste ultime frazioni.

Martinelli (Astana): "Bernal strafavorito, per noi decisivo lunedì"

Lato Italia, occhio alle azioni da lontano. Formolo, Brambilla e Fabbro hanno le qualità per vincere questa tappa, ma dovranno muoversi sicuramente con anticipo e provare a scalare il Giau già con un certo margine sul gruppo maglia rosa. Sarebbe stata la tappa perfetta per Vincenzo Nibali, abituato a prendersi frazioni come questa, ma negli ultimi giorni il siciliano ha perso un po' di colpi. Nella frazione di Gorizia ha rimediato anche una contusione costale dopo una caduta in avvio di tappa.

Nibali, un rientro da Campione: dalla frattura al Giro in 24 giorni

E poi, essendo il Giro delle fughe, occhio alla fuga dai primi km. Sicuramente vedremo un tentativo di Bouchard, ma il francese potrebbe accontentarsi di arrivare sul Pordoi per mettere fieno in cascina per la sua classifica scalatori. Aspettiamo nuovamente George Bennett, oltre quel De Gendt che finora non abbiamo mai visto in fuga in questo Giro (siamo un po' preoccupati).
Bernal, Simon Yates *****
Vlasov, Formolo, Fabbro, Daniel Martin, Brambilla ****
Ciccone, João Almeida, Großschartner, Pedrero, Pello Bilbao ***
De Gendt, Bouwman, Evenepoel **
Mollema, Nibali, George Bennett, Molard, Bouchard *
CHI VINCE LA TAPPA REGINA DEL GIRO?

Approfondimenti e dichiarazioni

Scopri il percorso completo del Giro d'Italia: tutte le tappe da Torino a Milano
Bernal vola anche sullo Zoncolan: battuto il record di scalata di Simoni
Chi è Lorenzo Fortunato? Ecco il profilo del fenomeno lanciato da Contador
Landa e la sfortuna: i 5 momenti che hanno condizionato la sua carriera
Sagan può vincere sia la maglia a ciclamino che la maglia verde nello stesso anno?
Caleb Ewan scappa via: una mancanza di rispetto per il Giro?
Nuova regole per le borracce: si potrà lanciarla in salita
Il Giro riparte da Filippo Ganna: eguagliato il record di Moser

Vendrame vince, Bouchard lo applaude: l'abbraccio tra compagni

Informazioni

Giro d'Italia | Tutte le news
Lunedì 24 maggio, dalle 10:50 (collegamento tv)

Da Torino a Milano: guarda il percorso del Giro 2021

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53